Atuttapagina.it

Si stringe il cerchio intorno agli “sputatori”, il Frosinone Calcio: “Individueremo i responsabili”

Lo “sputatore” (o gli sputatori) non sembra destinato a farla franca. Il Frosinone, dopo la multa di 20 mila euro per gli sputi ad un assistente del direttore di gara in occasione della partita contro il Chievo, si è messo alla ricerca dell’autore del gesto inqualificabile che getta discredito sulla tifoseria e su un’intera città. La società, attraverso un comunicato, ha reso noto che si sta cercando di individuare il responsabile. Il quale, vigliaccamente, finora si è ben guardato dal farsi avanti: troppo comodo per il vile “tifoso” far pagare la multa al presidente Stirpe e al Frosinone.
Ecco il testo della nota pubblicata dal club giallazzurro: «Il Frosinone Calcio comunica che in data odierna ha ricevuto piena collaborazione da parte della Questura al fine di individuare i responsabili degli atti che hanno portato ad una pesante sanzione nei confronti della società, rasentando la possibilità di squalifica del settore Distinti. L’individuazione avverrà nel rispetto delle previsioni di legge, attraverso la visione delle immagini registrate dalle telecamere di controllo dello stadio Matusa in occasione della gara Frosinone – Chievo. Il Frosinone Calcio, in aggiunta alle sanzioni che saranno assunte da parte della Questura, si riserva di valutare ogni azione nei confronti di coloro che saranno individuati, anche al fine di separare le responsabilità di pochi rispetto alla maggioranza della propria tifoseria».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni