Atuttapagina.it

41 gol subiti, si rischia di battere un record di 75 anni fa. Ma per due settimane si è inseguito Trotta

Il rischio, continuando di questo passo, è quello di battere il record negativo, appartenente al Bari, dei gol subiti in un singolo campionato di Serie A. Nella lontanissima stagione 1940/41 i “galletti” subirono complessivamente 84 gol. Il Frosinone, invece, ha chiuso il girone d’andata, quindi la prima metà del torneo, con 41 gol subiti. Va, però, precisato che in quel campionato di 75 anni fa la Serie A prevedeva trenta giornate: quindi il Bari ebbe una media gol subiti per partita decisamente più alta rispetto a quella attuale del Frosinone.
In ogni caso la difesa giallazzurra non può non allarmare. Anzi, sarebbe meglio parlare di “fase difensiva”, visto che una squadra non si copre solo con i quattro elementi del pacchetto arretrato. Bisogna correre ai ripari e bisogna farlo in fretta. E se da una parte starà a Stellone trovare le contromosse necessarie per rendere il Frosinone meno penetrabile, dall’altra si auspica l’arrivo di qualche rinforzo che vada ad arginare quello che anche ai meno competenti appare essere il problema principale dei giallazzurri.
E allora viene da pensare al tempo e alle energie che la società ha speso nell’inseguire inutilmente né un difensore centrale, né un mediano interditore, ma… un centravanti che risponde al nome di Marcello Trotta. Questi errori di valutazione il Frosinone rischia di pagarli grosso e perseverare in questo immobilismo non porterà alcun risultato positivo. Così come non serve neppure voltare la testa dall’altra parte o dare la “colpa” della perforabilità difensiva solo alle scelte di Stellone. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni