Atuttapagina.it

Frosinone, Ottaviani blocca la nuova centrale a biomasse

Frosinone non è la città più inquinata d’Italia, ma la situazione di emergenza in cui si trova, unitamente a tutta la Valle del Sacco, per qualità dell’aria, necessita di interventi forti e decisivi. E’ quanto emerso nella conferenza stampa tenutasi questo pomeriggio, presso la sala consiliare del Comune, alla quale hanno preso parte il sindaco Nicola Ottaviani ed il vicesindaco ed assessore all’ambiente Francesco Trina. «Oggi, per fare chiarezza anche sulla materia delle distinte competenze tra Regione, Provincia, Asl, Arpa, Asi ed altri enti, abbiamo assunto un’ordinanza sindacale che sospende per sei mesi gli effetti dell’autorizzazione alla realizzazione della centrale a biomasse». A tal proposito il sindaco Ottaviani ha tenuto a precisare che la centrale non è stata autorizzata, sotto il profilo ambientale, dal Comune di Frosinone, ma, come prevede la normativa, dagli enti competenti ad accertare l’assenza di elementi di compromissione ambientale, che si sono espressi all’interno della Conferenza dei servizi.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni