Atuttapagina.it

Il Frosinone è questo. Viva il Frosinone!

Ad una prima e superficiale analisi questo articolo potrebbe sembrare irriverente e canzonatorio nei confronti del Frosinone, inteso esclusivamente come squadra. Anzi, come gruppo di giocatori per la precisione, lasciando quindi in questo caso fuori l’allenatore. In realtà l’obiettivo è tutt’altro.
In questa occasione si vogliono riconoscere l’impegno e il carattere di una squadra che, pur davanti a un ostacolo quasi insormontabile, sta onorando il campionato e sta mostrando rispetto e attaccamento ai colori giallazzurri e ai propri tifosi. Il Frosinone, non certo per colpe della squadra, è questo, incapace di costruire più di una palla gol contro un’Atalanta che al Matusa è scesa in campo con il preciso obiettivo di rinunciare a giocare a calcio. Il gruppo non sta facendo mancare l’impegno, ma il gap tecnico con quasi tutte le altre formazioni è evidente.
In estate si è scelto di dar fiducia ad una rosa reduce da due promozioni consecutive. Giustissimo. Ma per aiutare questo gruppo bisognava inserire esclusivamente giocatori che aumentassero l’esperienza, senza affidarsi a improbabili scommesse come Castillo o a giovani mine vaganti come Verde. Basti guardare il rendimento di Sammarco: è forse un caso se dall’alto delle sue più di duecento presenze in Serie A sia il migliore del Frosinone? Ovviamente no, a questi livelli conta tantissimo l’abitudine a giocare in certi palcoscenici.
Inutile illudersi e aspettare con impazienza i prossimi giorni di calciomercato: la rosa rimarrà invariata e il resto della stagione verrà affrontato con gli attuali giocatori. Che, comunque vada, meritano la stima e l’apprezzamento di tutti. Loro stanno onorando la Serie A. (Gabriele Margani)

Foto di Martina Terrinoni

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni