Atuttapagina.it

L’Accademia di Belle Arti inaugura l’anno accademico con la laurea honoris causa a Piero Angela

Per l’inaugurazione dell’anno accademico 2015/2016 l’Accademia di Belle Arti di Frosinone ospita nella nuova sede di Palazzo Tiravanti ancora una volta un nome di alto profilo: Piero Angela, il giornalista e scrittore noto al grande pubblico televisivo per la sua ultracinquantennale attività di divulgatore scientifico; un’attività per la quale ha ricevuto premi non solo in Italia, ma anche all’estero, con ben otto lauree honoris causa, alle quali si aggiungerà quella in “Arti Applicate – Nuove Tecnologie dell’Arte” che gli sarà consegnata nel corso della cerimonia in programma il 2 febbraio dal direttore dell’Accademia Luigi Fiorletta. L’invito a Piero Angela si inscrive nella strada voluta sin dal suo primo mandato del direttore Fiorletta, perché l’inizio delle attività didattiche è la prima occasione per coinvolgere studenti e docenti, autorità, la cittadinanza tutta intorno al rinnovato progetto di sperimentazione e attività diffuse, che intende mettere in relazione l’Accademia con la città. Nel suo intervento Fiorletta ha poi illustrato i programmi culturali per il nuovo anno. A marzo partirà la quarta edizione de “I Giovedì dell’Accademia”, con grandi ospiti del mondo culturale e non solo, nove appuntamenti da marzo a maggio cui si potrebbero aggiungere anche altre iniziative, visto che sono in corso contatti con importanti personaggi del mondo culturale e non solo, che non hanno rifiutato l’invito. Si tratta di Enrico Brignano, Dario Fo, Licia Colò, Renato Zero, con i quali sono in corso contatti per le date. Oltre a Piero Angela, il prossimo 2 febbraio arriverà a Frosinone Daniele Livon, direttore generale del Ministero dell’Istruzione per la programmazione, il coordinamento e il finanziamento delle istituzioni della formazione superiore, oltre che per l’importante momento istituzionale anche per visitare la nuova ed importante sede di Palazzo Tiravanti. A fare gli onori di casa sarà il nuovo presidente dell’Accademia di Belle Arti Ennio De Vellis, unitamente a tutte le componenti accademiche dell’Istituto.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni