Atuttapagina.it

Stellone: “Se molliamo è la fine. E noi non molleremo”

Più cupo di altre occasioni, Roberto Stellone si è presentato in conferenza stampa poco prima della partenza per Torino. L’allenatore non sembrava avere molta voglia di parlare, ma ha risposto a tutte le domande dei cronisti: questo va sottolineato. E’ il momento più delicato della stagione e il tecnico del Frosinone sembra accusare il peso della pressioni.
Ciò nonostante, Stellone non si abbatte. E, anzi, punta al rilancio delle ambizioni dei giallazzurri: «Se dovessimo mollare, sarebbe la fine. E noi non molleremo. Abbiamo archiviato la batosta contro il Napoli e adesso vogliamo ripartire dallo stesso spirito messo in mostra contro il Sassuolo. A Torino ci vorrà il medesimo atteggiamento di sacrificio».
“Sacrificio” è il concetto che Stellone ripete più volte nel corso della conferenza. «Servirà sacrificio per uscire da questo momento di crisi di risultati. Il periodo è negativo, ma in mezzo a questo periodo c’è stata anche la prova di Reggio Emilia contro il Sassuolo. Per questa ragione non mi sento di dire che la squadra non sta bene fisicamente. Starà a noi uscire da questa situazione. Posso assicurare che siamo vivi e che siamo gli stessi di quando avevamo quattro punti di vantaggio sulla terz’ultima, che allora era il Bologna. Dobbiamo pensare solo a noi stessi, ma sono certo che come sta capitando a noi un periodo sfortunato, allo stesso modo toccherà anche agli altri».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni