Atuttapagina.it

Frosinone, annunciati nuovi tagli di alberi in via America Latina e viale Marconi: i cittadini non ci stanno

L’amministrazione comunale di Frosinone annuncia nuovi abbattimenti di alberi «per la tutela dei cittadini», ma le associazioni non ci stanno e sono pronte ad attivarsi per fermare i prossimi tagli.
«Nel mese di marzo, nell’ambito del programma di interventi fitosanitari e verifica dendrostatica delle alberate di viale America Latina e viale Guglielmo Marconi, saranno effettuati interventi di potatura e di abbattimento al fine della tutela e salvaguardia degli alberi e dei cittadini – annuncia l’amministrazione comunale -. Gli interventi di potatura interesseranno i tigli di viale Marconi. Due alberi, il n. 157 e il n. 176, dovranno essere abbattuti per motivi di sicurezza. Essi sono stati classificati come classe di propensione al cedimento».
«Gli alberi appartenenti a questa classe, al momento dell’indagine, manifestano segni, sintomi o difetti gravi, riscontrabili con il controllo visivo e di norma con indagini strumentali – spiega in una nota il Comune -. Le anomalie riscontrate sono tali da far ritenere che il fattore di sicurezza naturale dell’albero si sia ormai esaurito. Per questi soggetti, le cui prospettive future sono gravemente compromesse, ogni intervento di riduzione del livello di pericolosità risulterebbe insufficiente o realizzabile solo con tecniche contrarie alla buona pratica dell’arboricoltura. Le piante appartenenti a questa classe devono, quindi, essere abbattute. Per ulteriore informazioni i nostri uffici sono a disposizione». «Le piante abbattute saranno compensate con la messa a dimora di 6 abeti nella Villa Comunale e al quartiere Cavoni», conclude l’amministrazione comunale.
I cittadini, però, hanno già fatto sentire la propria voce. Nove associazioni hanno inviato una lettera al Prefetto chiedendo di «fermare lo scempio» degli alberi abbattuti a Frosinone. E anche sui social network le reazioni all’argomento vanno dalla perplessità all’indignazione.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni