Atuttapagina.it

Il Frosinone “resuscita” la Samp, ko e passo indietro in classifica

Passo indietro del Frosinone, che viene sconfitto dalla Sampdoria per 2-0 e vede allontanarsi il quart’ultimo posto. Ineccepibile il successo blucerchiato: la squadra di Stellone è stata in balìa degli avversari per quasi tutta la partita. Domenica prossima contro l’Udinese serviranno a tutti i costi i tre punti.
La formazione del Frosinone è quella annunciata ieri da Stellone: un solo cambio rispetto alla sfida con la Lazio, con Tonev che prende il posto di Soddimo e va a completare il tridente con Daniel Ciofani e Dionisi. Parte fortissimo la Sampdoria. I blucerchiati premono subito sull’acceleratore e con giocate in velocità mandano in affanno la difesa giallazzurra. Dopo quattro minuti Fernando centra la traversa con un destro potentissimo da fuori area. Poi al 7′ tocca a Leali salvare il risultato con un intervento prodigioso su un colpo di testa di Quagliarella. Il Frosinone forse non si aspettava questo avvio della Samp, che attacca a testa bassa. La squadra di Montella impone dei ritmi altissimi alla partita, facendo circolare il pallone con tocchi di prima. Al 15′ è ancora Fernando a rendersi pericolosissimo con un calcio di punizione a giro che sfiora l’incrocio dei pali della porta del Frosinone. I padroni di casa collezionano un numero incredibile di corner: sono già cinque dopo i primi sedici minuti. Al 19′ ci prova Correa con un destro violentissimo da fuori area, Leali si rifugia ancora in angolo. Sul successivo corner Soriano va alla conclusione al volo, ma per fortuna del Frosinone il tiro si spegne alto sopra la traversa. I giallazzurri si stanno facendo schiacciare nella propria area di rigore. La Sampdoria ha speso tantissimo e dopo mezz’ora di assalto sembra essere calata. E così al 35′ arriva la prima palla gol del Frosinone: calcio d’angolo dei giallazzurri e deviazione di Correa che per poco non beffa Viviano, autore di uno straordinario intervento in tuffo. Scampato il pericolo, la Sampdoria torna ad attaccare. Al 40′ De Silvestri mette al centro un pallone sul quale Fernando manca la deviazione di non molto. E al 44′ arriva il vantaggio blucerchiato proprio con Fernando: ancora un cross di De Silvestri e il brasiliano, sul primo palo, tocca il pallone mandandolo alle spalle di Leali. L’1-0, va detto per onestà, è meritato per quello che si è visto nel primo tempo: il Frosinone, fatta eccezione per una manciata di minuti dopo la mezz’ora, è stato costantemente in balìa degli avversari. Finisce qui il primo tempo, nella ripresa ci vorrà un atteggiamento più determinato da parte della squadra di Stellone.
Il Frosinone ad inizio ripresa prova ad organizzare una reazione, ma è ancora la Samp ad andare alla conclusione: siamo al 6′ e Alvarez va al tiro al termine di una ripartenza, Leali respinge e Correa viene pescato in posizione di fuorigioco. Il Frosinone sembra in giornata no e anche quando la Sampdoria abbassa i ritmi la squadra di Stellone non appare particolarmente pericolosa in attacco. Poco dopo il quarto d’ora si vede finalmente il Leone. Pavlovic serve Daniel Ciofani, la conclusione viene deviata e termina sui piedi di Tonev: il cross del bulgaro, però, non trova nessun compagno pronto a ricevere il pallone. Un minuto più tardi, siamo al 17′, violento sinistro di Dionisi che trova Ranocchia pronto a ribattere. Al 22′ Alvarez “grazia” il Frosinone colpendo malamente di testa un pallone che poteva essere spinto in porta con il piede. Primi cambi della partita: nella Sampdoria Silvestre prende il posto di De Silvestri, nel Frosinone Kragl rileva Frara. E al 24′ arriva il raddoppio blucerchiato: al “miracolo” di Leali su un tentativo della Samp fa seguito il tap-in vincente di Quagliarella. La reazione giallazzurra è affidata alla ripartenza del Frosinone con Tonev, che si vede respingere il tiro da Viviano: sulla ribattuta Daniel Ciofani “spara” alto. Nella Samp esce Correa ed entra Krsticic. Poi ci prova Kragl dopo un bel controllo: palla a lato. Altro cambio nel Frosinone: Paganini va a prendere il posto di Tonev. Quagliarella va vicino a portare la Sampdoria sul 3-0, poi le ultimissime sostituzioni: Longo prende il posto di Blanchard nel Frosinone e Lazaros rileva Alvarez. La squadra di Stellone è troppo sbilanciata in attacco: l’eventuale 3-0 sarebbe letale anche dal punto di vista dei risultati negli scontri diretti. Al 43′ per poco Viviano non combina un pasticcio, regalando un pallone a Longo il cui tiro viene respinto da Silvestre. E’ l’ultimo episodio da segnalare: la Sampdoria batte il Frosinone per 2-0. E’ un brutto colpo per la squadra di Stellone, che compie un passo indietro sotto ogni punto di vista. La Samp è “risorta” anche grazie alla prova dei giallazzurri: domenica contro l’Udinese servirà assolutamente una vittoria.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni