Atuttapagina.it

Storia di un’amicizia e del bisogno di “casa” di due italiani a New York, a Frosinone in scena Neighbors

L’Officina Culturale della Regione Lazio “Casa d’Arte” di Errare Persona presenta, domani 26 febbraio alle 21, all’auditorium “Paolo Colapietro” di Frosinone, “Neighbors”. Lo spettacolo fa parte della rassegna “Nuovi linguaggi” – dedicata alla drammaturgia contemporanea – dell’Officina, realizzata in partnership con il Comune di Frosinone, con il sostegno della Banca di Credito Cooperativo di Roma e il contributo della Regione Lazio.
Un salotto. Un divano. Un Leonardo. Una Petra. Due giovani artisti italiani si incontrano per la prima volta a New York come vicini di casa, ovvero neighbors. Più o meno per scelta aprono la porta sulla vita dell’altro e si trovano inaspettatamente amici. Anche se dal carattere diametralmente opposto, i due personaggi sono accomunati dalla ricerca di “casa”, di qualcuno da cui tornare alla sera per raccontarsi le mirabolanti avventure vissute tra avenues e grattacieli. Attraverso le incalzanti scene di questa anti-romantic feel-good comedy, si snoda un dialogo serratissimo che indaga tutte le dimensioni della convivenza, della vita all’estero, di un’amicizia così forte da somigliare… all’amore? “Neighbors” è molto di più: Brooklyn, muri scrostati, notti insonni in lavanderie a gettoni, tanti oggetti per aria e per terra, romanticismo e biciclette, pantofole e topi, tetti da cui spunta l’Empire, Cavalcate di Valchirie e solitudini, giri di tango, dollari, baci… «Seguirete sul palco gli scambi divertenti, appassionandovi alla loro purezza nell’ascoltare le reciproche prospettive su sesso, relazioni d’amore e su cosa significa essere artisti a New York», così Maurizio Porro sul Corriere della Sera. Lo spettacolo nasce in italiano, ma è stato portato in scena con successo in inglese durante la seconda edizione di “InScena! Italian Theater Festival 2014”, il più importante festival di teatro italiano a New York.
Di e con Irene Turri e Francesco Meola, regia di Ilaria Ambrogi, musiche originali di Paolo Tomaselli, scene e costumi di Luana Baglì, luci di Daniele Crasti, foto di locandina di Emilio Vavarella, grafica di Elena Mazzi, produzione OyesOverseas.

Neighbors1

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni