Atuttapagina.it

Bergomi corregge il tiro: “Ho rispetto del Frosinone”

Beppe Bergomi fa marcia indietro. Ieri, a poche ore dal match di ritorno degli ottavi di finale di Champions League tra Bayern Monaco e Juventus, la rivista tedesca Kicker ha pubblicato un’intervista all’opinionista di Sky Sport nella quale Bergomi ha affermato: «Nella partita d’andata, per un’ora, gli juventini, in confronto alla qualità dei tedeschi, hanno fatto la figura del pericolante Frosinone».
Sempre ieri, ma in serata, Bergomi ha precisato le due dichiarazioni dopo le polemiche e la reazione scatenata tra i tifosi della Juventus e del Frosinone: «Ma non scherziamo. Gioco a pallone da mezzo secolo, per almeno trenta questo è stato il mio lavoro e da altri quindici commento partite del campionato italiano e dei principali tornei mondiali: se dicessi che la Juventus somiglia al Frosinone (al quale va tutto il mio rispetto per quello che ha fatto in questi anni) farebbero meglio a licenziarmi. Per misconoscenza del calcio. Ma non devo smentire nulla, tutt’al più incastonare le mie parole nel contesto naturale. Ho esagerato nel paradosso dicendo che nella prima fase della partita di Torino la differenza tra le due squadre mi aveva impressionato, come quando in Italia la Juventus gioca contro squadre di classifica inferiore. Ma ho anche aggiunto che, dopo, la reazione della Juventus è stata imperiosa, tanto da poter sovvertire il risultato. E sono stato sinceramente ammirato dal risveglio juventino, come italiano soprattutto. Ho sottolineato più volte quanto sia ammirevole la forza mentale di questa squadra. Credo di essere stato chiaro».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni