Atuttapagina.it

Cari giornalisti delle testate nazionali, il Frosinone non è un’anomalia in Serie A ma una risorsa

Si fa sempre un gran parlare – o scrivere – dei “poteri forti” del calcio italiano, del fatto che da quattordici anni a questa parte lo scudetto lo vincono solo tre squadre e prima non è che andasse poi tanto diversamente, della ripartizione delle risorse nettamente sbilanciata a favore dei club più grandi e così via. Poi capita che in un colpo solo vengano promosse dalla Serie B due formazioni esordienti, il Frosinone e il Carpi, e da quegli stessi finti Don Chisciotte queste due squadre siano viste come un cancro da estirpare, un’anomalia nei confronti della quale ironizzare.
Sono i giornalisti e gli opinionisti delle testate nazionali, quelli che prima auspicano un rinnovamento e poi gettano fango addosso alle “piccole”. Ovviamente si sta generalizzando, perché ci sono delle belle e fiere eccezioni come, ad esempio, Francesco Repice: calabrese d’origine, romano d’adozione e soprattutto voce di Radio Rai, innamoratosi di quella favola chiamata Frosinone.
Gli altri, molti di loro almeno, vedono il Leone come una scommessa senza alcuna speranza di successo, se non addirittura come una realtà da denigrare in ogni modo. Gli affondi da più parti sono stati molteplici e ripetuti: le più importanti e prestigiose testate nazionali non hanno trattato benissimo il Frosinone.
Eppure quella del presidente Stirpe è una società che consente al calcio italiano di togliersi un po’ di dosso il marciume di cui lo stesso calcio si è ricoperto in questi anni. Il Frosinone è la faccia bella e pulita di questo sport e, giornalisticamente parlando, rappresenta un’interessante storia da raccontare. Rifiutarla, umiliarla, a volte perfino deriderla, non giova a nessuno. Il Leone meriterebbe il tifo di tutti, ma così non è e non è stato. Per questo ci sarà ancora più soddisfazione se dovesse arrivare la salvezza. (Gabriele Margani)

Foto di Martina Terrinoni

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni