Atuttapagina.it

Entra nel vivo il progetto del bilancio partecipativo, a Veroli i cittadini coinvolti nell’amministrazione

E’ terminata la campagna informativa sul bilancio partecipativo nel Comune di Veroli. «In tutti gli appuntamenti tenutisi dal 14 al 23 marzo sull’intero territorio comunale – scrive in una nota l’amministrazione comunale – la partecipazione dei cittadini è stata numerosa. L’interesse è risultato, quindi, elevato per lo strumento di partecipazione diretta con il quale i cittadini saranno protagonisti della vita amministrativa della propria comunità e che sarà realizzato per la prima volta nel corso dell’esercizio finanziario 2016».
«Siamo molto soddisfatti di questo primo passaggio – afferma il sindaco Simone Cretaro -, perché l’obiettivo dell’amministrazione è proprio quello di informare e rendere partecipi i nostri cittadini sulle scelte che possano consentire al nostro territorio di continuare a progredire con uno sviluppo compatibile sia con le risorse finanziarie disponibili, sia valutando insieme le potenzialità da valorizzare e le criticità da rimuovere».
«Un procedimento spedito e capillare, dunque, che consentirà nel corso di quest’anno la destinazione di parte delle risorse economiche dell’Ente al finanziamento di opere ed attività indicate e votate direttamente dai cittadini», prosegue il comunicato dell’amministrazione comunale.
«Abbiamo illustrato le tematiche su cui i cittadini presenteranno le proposte – spiega il consigliere Alessandra Trulli, delegata al Bilancio – e cioè: lavori pubblici, mobilità e viabilità; ambiente ed interventi di manutenzione e decoro urbano; attività socioculturali e sportive-ricreative; sviluppo economico. Per ognuna è prevista la spesa massima di 25 mila euro per un totale complessivo di 100 mila euro di stanziamento sul bilancio partecipativo».
Dopo l’ultimo appuntamento di mercoledì scorso nel centro storico di Veroli sono scattati i trenta giorni entro i quali i cittadini raccoglieranno le proposte per portarle all’attenzione della commissione tecnico-giuridica che valuterà la coerenza e la fattibilità degli interventi con l’obiettivo di interesse generale, prima di portarle alla votazione fissata dal regolamento al prossimo 15 maggio.
«Siamo fiduciosi – conclude Cretaro – che anche nella nostra città il bilancio partecipativo possa contraddistinguersi, così come ovunque adottato, come valido strumento con il quale i cittadini si avvicinano alle Istituzioni, diventando soggetti propositivi del buon andamento politico-amministrativo della propria comunità. E dalla partecipazione riscontrata in ogni nostra contrada e nel centro storico siamo adesso in attesa di proposte costruttive con le quali migliorare la vivibilità e la qualità della vita del nostro territorio grazie al contributo diretto da parte dei nostri cittadini nelle scelte degli interventi da effettuare».

Veroli bilancio partecipativo1

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni