Atuttapagina.it

I donatori di midollo osseo, eroi sconosciuti: convegno a Frosinone del Lions Club

“Diventa donatore di midollo osseo, diventa un eroe sconosciuto”. Questo il titolo del convegno organizzato dall’associazione Lions Club Frosinone Nova Civitas in collaborazione con l’Associazione per la vita “Carlo Donfrancesco”. L’incontro ha lo scopo di sensibilizzare sull’esperienza della donazione ed informare sull’evoluzione nel trapianto del midollo osseo.
Venerdì 1 aprile alle 17:30, presso il Salone di rappresentanza del Palazzo della Provincia in piazza Gramsci a Frosinone, il dottor Enrico Donfrancesco, presidente dell’Associazione per la vita Carlo Donfrancesco, e il professor Franco Aversa, professore ordinario di ematologia e direttore del Centro Trapianti dell’Università di Parma, saranno i relatori di un convegno, patrocinato dal Comune di Frosinone e dall’amministrazione provinciale di Frosinone, che mira a sensibilizzare e a divulgare un tema delicato quanto poco conosciuto come quello della donazione di midollo osseo. Purtroppo esistono malattie che non sono curabili con le convenzionali terapie farmacologiche e radianti. In caso di leucemie, linfomi, mielomi, anemie gravi, bisogna a volte ricorrere a trapianto di midollo osseo. Considerando che nel mondo possono essere compatibili da 1 su 1.000 a 1 su 100.000 donatori e che solo con un donatore compatibile può essere salvata una vita umana, ovviamente più individui sono registrati come donatori di midollo, più alta sarà la probabilità di trovare donatori compatibili. Questo è il messaggio fondamentale che i Lions vogliono lanciare e di cui si è fatta promotrice l’attuale presidente del Lions Club Frosinone Nova Civitas, Adriana Anelli, che ha sposato la causa del tema di studio nazionale Lions coinvolgendo esperti e luminari del settore, eccellenza del nostro territorio. Per diventare donatori di midollo osseo basta un semplice prelievo di sangue e non essere affetti da malattie infettive o malattie croniche gravi. La donazione è anonima, volontaria e non retribuita. I donatori di midollo osseo sono “eroi sconosciuti” che si mettono in gioco prima con la loro serietà morale nell’aderire, poi se chiamati a donare con la necessaria dose di coraggio e amore che serve per affrontare il percorso, sapendo che da qualche parte nel mondo una persona a loro compatibile, gravemente malata e costretta a morire, può essere salvata.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni