Atuttapagina.it

Il Frosinone ha un asso nella manica, il preparatore Gianluca Capogna

Quando il gioco si fa duro… il Frosinone inizia a correre veloce. Il Leone ha un asso nella manica, pronto ad essere calato sul tavolo per cercare di conquistare la salvezza. L’asso ha il nome di Gianluca Capogna, fidato collaboratore di Stellone e da quattro stagioni in prima squadra dopo l’esperienza nel settore giovanile. Capogna è il “prof”, il preparatore atletico dei giocatori, colui che si occupa della condizione della squadra e del recupero degli infortunati, ovviamente in questa seconda veste in collaborazione con i sanitari giallazzurri.
Tantissimi tifosi del Frosinone conoscono il suo nome e hanno imparato ad apprezzarne il lavoro. L’anno scorso fu determinante, con quell’incredibile serie di risultati positivi tra aprile e maggio che portò la squadra giallazzurra a conquistare la Serie A addirittura senza dover passare attraverso i play-off. In poco più di un mese, dall’11 aprile al 16 maggio, in otto partite il Frosinone conquistò sei vittorie (Pescara, Latina, Carpi, Ternana, Bologna e Crotone) e due pareggi (Livorno e Cittadella). Venti punti sui ventiquattro a disposizione e il Leone, grazie a una condizione atletica brillantissima dopo una stagione logorante, riuscì a tagliare uno storico traguardo.
I mesi di aprile e maggio sono stati quelli determinati per il trionfo dell’anno scorso. E domenica il Frosinone affronterà il primo impegno proprio del mese di aprile. Quello tanto caro al preparatore atletico Capogna, quello nel quale le gambe dei giallazzurri vanno più veloce. (Gabriele Margani)

Foto di Martina Terrinoni

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni