Atuttapagina.it

La salvezza? Giocando così si può fare

E’ stato un Frosinone che ha sofferto, ma è stato pure bello. E’ stato fortunato in quella triplice azione da gol avversaria alla fine del primo tempo, ma pure sfortunato con l’incrocio dei pali centrato da Kragl negli istanti conclusivi del match. C’è stato di tutto all’interno della partita con la Fiorentina: salvataggi miracolosi di Leali e azioni da gol sfumate da mettersi nelle mani nei capelli. Il tutto va analizzato tenendo conto che di fronte c’era la squadra quarta in classifica, non una formazione qualsiasi.
Ecco, contro la Fiorentina il Frosinone ha giocato a testa altissima. Ha tenuto botta nella prima mezz’ora e poi si è reso pericoloso a sua volta. Ha insomma giocato alla pari contro un avversario più forte tecnicamente. E allora cosa resta di questo pomeriggio al Matusa? Una buonissima prestazione innanzitutto, che deve dare entusiasmo per il futuro prossimo. E che deve essere da esempio per le partite in trasferta: il Leone può essere quello visto oggi anche lontano dal Matusa. Poi rimane un buon punto ottenuto in una giornata nella quale il rischio concreto era quello di veder aumentare lo svantaggio dal quart’ultimo posto. E, invece, il Palermo è ancora lì, distante un solo punto. Certo, adesso c’è anche il Carpi davanti al Frosinone, ma la squadra di Stellone si deve concentrare esclusivamente su quell’unico punto che la separa dalla zona salvezza. Che sarà possibile conquistare giocando come fatto oggi con la Fiorentina. (Gabriele Margani)

Foto tratta dalla pagina Facebook del Frosinone Calcio

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni