Atuttapagina.it

Lavoratori somministrati in crescita, Tomaselli (Felsa Cisl): “Sportelli sindacali per garantire tutele”

Lo scorso 15 marzo l’Osservatorio Centro Studi di Ebitemp ha reso noti i dati sui lavoratori somministrati nel quarto trimestre del 2015, elaborando i dati Inail che hanno attestato la presenza di 332.976 assicurati netti interinali/somministrati, in aumento del 14,2% rispetto allo stesso periodo del 2014. Nella regione Lazio le assunzioni hanno raggiunto quota 28.095, coinvolgendo 21.297 lavoratori. In provincia di Frosinone, malgrado la lenta ripresa occupazionale e in attesa della ripresa dell’espansione della produzione della Giulia presso lo stabilimento Fiat Chrysler Automobiles (FCA) di Cassino, le assunzioni hanno raggiunto nel quarto trimestre 2015 quota 2.529, pari al 9% del totale delle assunzioni registrate nella regione Lazio, con un numero di lavoratori coinvolti pari a circa 2.300. Dall’analisi dei dati suddivisi per sesso emerge che gli occupati con contratto in somministrazione sono circa 1.694 uomini rispetto a 615 donne, con un gap di genere vicino al 74%.
Le fasce di età maggiormente interessate sono quelle 18-24 anni e 25-29 anni. Il ricorso alla somministrazione ha visto coinvolti il settore chimico con circa 546 occupati, il settore commercio con 193, il settore metalmeccanico con 184, l’industria elettrica con 126, il settore delle costruzioni con 120 e il settore della carta con 100.
«Alla luce di questi dati diventa necessario dare rappresentanza ancor di più, su tutto il territorio provinciale, al mondo della somministrazione garantendo le tutele riconosciute dal nostro CCNL, grazie alle prestazione della Bilateralità. Pertanto la Felsa Cisl Lazio grazie al rafforzamento delle prestazioni Ebitemp e Formatemp vuole accompagnare i lavoratori somministrati nell’ottica della flexicurity», afferma il segretario regionale della Felsa Cisl Lazio Stefano Tomaselli.
«Come Felsa Cisl Lazio siamo già operativi sul territorio della provincia di Frosinone con sportelli sindacali aperti presso le sedi di Frosinone in via Marco Tullio Cicerone 70, ogni mercoledì; Cassino in viale Bonomi 39, ogni lunedì; Sora in via Ippolito Nievo 1, ogni martedì. Questa scelta – sottolinea Tomaselli – dimostra la nostra volontà di essere un sindacato di prossimità ponendo al centro il territorio con una presenza capillare per garantire una migliore e diretta assistenza alle lavoratrici e ai lavoratori somministrati che scelgono la Cisl Area Vasta Frosinone Colleferro».
«In questi mesi i nostri sportelli territoriali hanno permesso a molti somministrati di poter usufruire di prestazioni della bilateralità, quali sostegno al reddito, accesso al credito, tutela sanitaria e rimborso spese odontoiatriche. E’ fondamentale – conclude Tomaselli – che tutte queste tutele siano quindi conosciute dai lavoratori somministrati, obiettivo da raggiungere anche attraverso la sinergia con tutte le nostre Rsu presenti sui luoghi di lavoro. La nostra rappresentanza del mondo somministrato, consolidata ormai da diversi anni sul territorio provinciale, inizia proprio con la nostra presenza nelle aziende che ricorrono attraverso le Agenzie per il lavoro all’assunzione di lavoratori somministrati. Pertanto tutti coloro che hanno bisogno di informazioni possono rivolgersi presso le nostre sedi Cisl».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni