Atuttapagina.it

L’Osservatorio nazionale amianto apre uno sportello a Frosinone per l’assistenza medica e legale

L’Osservatorio Nazionale Amianto sbarca in Ciociaria. Nella nostra provincia verrà istituito uno sportello per l’assistenza medico-legale e giudiziaria per le vittime dell’amianto e i loro familiari.
A Frosinone l’incidenza di casi di mesotelioma è quasi doppia rispetto alla media della regione Lazio. I dati raccolti dall’ONA onlus – Osservatorio Nazionale Amianto, attraverso il portale web Guardia Nazionale Amianto (www.onaguardianazionaleamianto.it) testimoniano l’aumentata incidenza di patologie asbesto-correlate registrate dal Re.Pa.C. – Registro Patologie Asbesto Correlate (www.repacona.it), istituito dall’ONA.
Ecco i motivi per i quali l’Osservatorio Nazionale sull’Amianto, attraverso l’iniziativa del presidente Ezio Bonanni, ha ritenuto di dover strutturare l’associazione anche con una sede territoriale a Frosinone.
Nel corso della riunione degli associati su proposta del presidente Bonanni è stato nominato un commissario provinciale nella persona dell’avvocato Maria Cristina Di Pofi, alla quale è stato conferito l’incarico di coordinare e istituire la sede e lo sportello amianto cui ogni cittadino si potrà rivolgere per chiedere gratuita assistenza, sia di natura medica, che medico-legale, tecnica e giudiziaria.
La sede provinciale è ubicata a Frosinone in via Aldo Moro 87 e nei prossimi giorni verranno istituiti gli organi territoriali e sarà organizzata la rete capillare su tutto il territorio ciociaro, oltre ad essere comunicati i giorni e gli orari di apertura dello sportello amianto.
In questo modo l’associazione, a cui si sono rivolti molti cittadini del territorio, potrà essere più vicina alle esigenze di coloro che essendo stati esposti ad amianto e altri cancerogeni hanno necessità di assistenza medica e giudiziaria.
L’amianto è stato largamente utilizzato fino alla sua messa al bando il 28 aprile 1993, senza che nel territorio del Frusinate fossero effettivamente applicate tutte quelle norme sul prepensionamento e di indennizzo e risarcimento dei danni da esposizione e in seguito a patologie asbesto correlate.
Tutti i cittadini potranno, quindi, rivolgersi all’ONA attraverso lo sportello amianto che avrà sede a Frosinone in via Aldo Moro 87.
Qualsiasi cittadino potrà comunque continuare a richiedere assistenza attraverso gli organi centrali dell’associazione, utilizzando il sistema informatico, semplicemente inoltrando una mail all’indirizzo osservatorioamianto@gmail.com, in attesa della materiale organizzazione dello sportello amianto e della comunicazione dei giorni e degli orari di apertura.
«È pericoloso sottovalutare questo problema. Ci segnalano nuovi casi di patologie asbesto-correlate anche tra gli appartenenti alle Forze Armate, in particolare Marina Militare, Aeronautica Militare, oltre che Vigili del Fuoco e alle Forze dell’Ordine – dichiara il presidente Bonanni -. Ed è per questo che abbiamo istituito una sede territoriale anche a Frosinone, affidandone il coordinamento all’avvocato Maria Cristina Di Pofi».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni