Atuttapagina.it

Marcello Pigliacelli all’Università di Tor Vergata: “Il turismo è uno strumento di sviluppo”

Ha parlato di turismo e di nuove strategie di marketing territoriale, analizzando i due temi in una logica di sinergia e di complementarità. Marcello Pigliacelli, presidente della Camera di Commercio di Frosinone, ha sviluppato il suo intervento nel corso di un convegno tenutosi presso la facoltà di Economia dell’Università romana di Tor Vergata. Intervenendo all’Open Day della IX edizione del Master in Economia e Management delle Attività Turistiche e Culturali (MEMATIC). Un evento progettato con l’intento di offrire ai partecipanti la possibilità di comprendere meglio le complesse dinamiche che stanno investendo il settore turistico, con particolare riferimento alle esigenze di formazione di qualità ma anche di nuove figure professionali e connesse opportunità di lavoro, generando un confronto costruttivo tra giovani, Università e prestigiose organizzazioni di un settore altamente strategico per l’economia del Paese. Il punto di partenza del ragionamento di Pigliacelli è stato il seguente: presentare al mercato turistico internazionale un’offerta integrata, completa e georeferenziata è garanzia di successo e di serietà. Il Lazio da tempo viene individuato come la Terra dei Cammini e la provincia di Frosinone recita da protagonista e deve continuare a farlo.
«Si tratta di una risorsa straordinaria nell’ottica della promozione turistica e della diffusione della cultura dell’accoglienza – ha detto Marcello Pigliacelli -. Ma è fondamentale operare in un contesto di sinergia tra i soggetti pubblici e il sistema delle imprese. Penso agli enti locali, alle Università, alle associazioni di categoria. Abbiamo tutto per centrare l’obiettivo: la cultura dell’ospitalità, l’eccellenza dei prodotti tipici, la ricchezza dell’artigianato artistico. Lo sviluppo turistico va inquadrato nel solco di una visione innovativa basata sulla fruizione sostenibile del territorio: i Cammini, lo sport, la natura sono elementi di uno stesso percorso. Anche di marketing. La Camera di Commercio di Frosinone nel 2015 ha organizzato “Apriamo il Cammino”, un evento pilota di promozione del territorio attraverso il Cammino di San Benedetto. I grandi numeri parlano da soli: 4 giorni, 80 chilometri, 600 partecipanti. Attraverso la fede, la cultura e la natura riteniamo di aver promosso la valorizzazione territoriale e il turismo sostenibile».
Marcello Pigliacelli si è poi soffermato anche sulle attività dell’Aspiin, sempre più strategica nella sua funzione. Sottolineando che la partecipazione alle manifestazioni fieristiche locali, nazionali e di rilievo internazionale è uno strumento formidabile di valorizzazione del sistema turistico integrato. Senza perdere di vista il filone che è stato sintetizzato così: dal territorio degli eventi agli eventi del territorio. Da Atina Jazz al Certamen l’ente camerale c’è sempre. In prima fila. Ma attenzione a non dimenticare il programma di qualificazione dell’offerta turistica territoriale, con l’intento dichiarato di certificare e promuovere le strutture ricettive alberghiere, extra alberghiere ed i ristoranti della provincia di Frosinone con il Marchio Ospitalità Italiana.
«Il turismo può e deve rappresentare il fulcro dell’economia provinciale – ha sottolineato Pigliacelli -. Ma è fondamentale sviluppare costantemente un marketing territoriale moderno e funzionale. Perché oggi soltanto la cultura dell’eccellenza è garanzia di successo sul mercato globale».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni