Atuttapagina.it

Smantellata banda di rapinatori nel Viterbese, all’operazione hanno partecipato i carabinieri di Frosinone

Su disposizione della Procura della Repubblica di Viterbo i carabinieri del Comando provinciale di Viterbo hanno dato esecuzione a un provvedimento cautelare emesso nei confronti di tre persone ritenute responsabili di due rapine ai danni di altrettanti istituti di credito della provincia di Viterbo.
In particolare, il personale del nucleo investigativo di Viterbo, Frosinone e Pomezia, nell’ambito dell’operazione “The Mask 3”, ha eseguito tre ordinanze di custodia cautelare, di cui una in carcere e due ai domiciliari con braccialetto elettronico, e altri tre decreti di perquisizione emessi il 17 marzo dal Gip del Tribunale di Viterbo dopo la richiesta del pm titolare dell’indagine, nell’ambito di un’attività d’indagine che ha permesso di sgominare un sodalizio criminale formato da tre persone che rapinavano istituti di credito.
L’operazione è nata da un’articolata attività di investigazione, sviluppata tramite numerose individuazioni fotografiche, dallo studio del modus operandi e da indagini di natura tecnica, in particolare dopo due rapine: la prima ai danni della banca Unicredit di Faleria, in cui il 19 ottobre 2015 tre malviventi travisati con parrucche, occhiali, berretti e scaldacollo hanno rubato la somma di 15.784 euro. La seconda, invece, era ai danni della Banca di Credito Cooperativo di Oriolo Romano, dove il 19 novembre 2015, travisati nello stesso modo del precedente colpo, hanno rubato 16 mila euro.
I tre indagati, da accertamenti, risultano essere pluripregiudicati per reati contro la persona e il patrimonio e uno di essi ha commesso le due rapine mentre era agli arresti domiciliari. La fase esecutiva ha comportato l’impiego di circa 20 carabinieri del Comando provinciale di Viterbo.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni