Atuttapagina.it

Smontate le accuse di chi incolpava Blanchard, nessuna sanzione dal Giudice Sportivo

Come ci si aspettava e come era giusto che fosse, Blanchard non è stato sanzionato dal Giudice Sportivo dopo il contatto con Kalinic nella partita di domenica scorsa tra il Frosinone e la Fiorentina. La richiesta di una squalifica per il centrale giallazzurro era arrivata dal Procuratore federale, ma il Giudice Sportivo Gianpaolo Tosel, dopo aver ascoltato i pareri del direttore di gara Valeri e dell’arbitro addizionale Candussio, ha deciso di non procedere.
Decisive le immagini televisive, come scrive lo stesso Giudice Sportivo: «Le immagini televisive documentano che, nella circostanza segnalata, i due calciatori, in occasione di una rimessa laterale, si trovavano a stretto contatto nell’area di rigore frusinate. In tale frangente il calciatore Blanchard, con il braccio destro portato all’altezza della spalla, colpiva con la mano la spalla dell’antagonista, che cadeva dolorante al suolo. Il direttore di gara non adottava alcun provvedimento disciplinare e, interpellato da questo Ufficio, dichiarava: “Al 29′ del primo tempo l’arbitro addizionale ha valutato come un normale contatto di gioco, non falloso, quello avvenuto tra i calciatori Blanchard e Kalinic”. Il comportamento di Blanchard è stato quindi visto dagli Ufficiali di gara e congruamente giudicato con una valutazione comunque insindacabile nel merito da questo Giudice, rendendo in tal modo la segnalazione del Procuratore federale carente della condizione di ammissibilità. Pertanto delibera di dichiarare inammissibile la richiesta formulata dal Procuratore federale di cui alla premessa».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni