Atuttapagina.it

E’ follia credere nella salvezza del Frosinone? Allora viva la follia!

Quest’ultima giornata di campionato ha detto tre cose. La prima è che per evitare due posti tra le squadre che scenderanno in Serie B – dando per scontata la retrocessione del Verona – sono rimaste in tre. La seconda è che il Frosinone è tra queste tre. La terza cosa è che le altre due, il Carpi e il Palermo, sono lì a portata di sorpasso.
E’ stata un brutta giornata per il Leone, è innegabile. Ancora una volta bisogna registrare l’atteggiamento passivo, quasi indifferente, del Frosinone lontano dal Matusa. Inoltre, i quattro gol subiti rappresentano una mazzata psicologica di non poco conto. Non si può sorridere al termine di questo turno di campionato, in estrema sintesi.
Allo stesso tempo, però, ci sono dei motivi per sperare ancora nell’obiettivo della salvezza. E non bisogna essere folli per continuare a crederci. Anzi, folli lo siamo davvero come tutti quelli che non hanno ancora deciso di arrendersi, che guardano alla matematica e non demordono, che vedono le prestazioni delle due avversarie per la salvezza e sognano.
Partiamo da quest’ultimo punto. Se il Frosinone oggi piange, il Carpi e il Palermo di certo non ridono. La classifica è cambiata solo dal quint’ultimo posto in su, per il resto tutto è rimasto invariato. Anzi, c’è di più. Tra ciociari, emiliani e siciliani, oggi l’impegno più complicato ce l’aveva proprio la squadra di Stellone. A essere realisti il rischio alla vigilia di questa giornata era quello di perdere terreno da Carpi o Palermo o da entrambe. Così non è stato e questo è un buon motivo per credere ancora alla permanenza in Serie A: le altre non corrono insomma. Poi c’è il fatto che la quota salvezza si è abbassata o forse è rimasta la stessa rispetto a quella preventivata qualche mese fa: a 37 punti si è salvi, chi vuole scommettere? Mancano dieci punti da conquistare in sette partite. E’ difficile, ma non impossibile. Inoltre c’è il fattore Matusa. Se fuori casa il Frosinone fa così tanta fatica, la stessa cosa non si può dire di quando gioca in Ciociaria. E adesso un impegno in trasferta è stato tolto, anche se è successo a caro prezzo. Infine c’è l’aspetto romantico, quello che solo i tifosi possono capire: le possibilità di salvezza del Frosinone aumentano se al suo fianco c’è il proprio pubblico. Solo restando uniti si può continuare ad inseguire la salvezza. E’ follia? Forse lo è, ma ci resta davvero difficile pensarla diversamente. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni