Atuttapagina.it

Ferentino, il 1 maggio Enrico Ruggeri in concerto

Enrico Ruggeri sarà protagonista del concerto del 1 Maggio a Ferentino in piazza Matteotti. Appena spenti i riflettori sulla sessantaseiesima edizione del Festival di Sanremo, il cantautore ha dato il via al Tour 2016 per promuovere il nuovo album, “Un Viaggio Incredibile”, un doppio cd contenente prima di tutto il brano sanremese, “Il primo amore non si scorda mai”, altri inediti e il meglio della discografia dell’artista. Sarà accompagnato sul palco da Luigi Schiavone, chitarra solista, Fabrizio Palermo, basso, Phil Mer, batteria, e Francesco Luppi, tastiere.
Un “mostro sacro” della musica italiana, che ha attraversato diversi periodi di profondi cambiamenti, fino a realizzare brani in grado di far breccia nel cuore di giovani e adulti, mettendosi spesso in gioco ma determinato nelle sue scelte fino a raggiungere la fama che ha adesso, il riconoscimento delle sue inestimabili doti di autore e cantautore.
Nel lontano 1972 ha fondato il suo primo gruppo, Josafat, in seguito sostituito con Champagne Molotov; questa band e i Trifoglio si sono poi fusi per dar vita ai Decibel, un piccolo passo nel mondo della musica, un primo successo con le vendite dell’omonimo album. I Decibel nel 1981 con la prima partecipazione al Festival di Sanremo, presentando il brano “Contessa”, ottengono un lusinghiero e vero successo. Canto e studio: nonostante il riscontro positivo da parte del pubblico, Enrico Ruggeri ha studiato Giurisprudenza e ha fatto, di tanto in tanto, il supplente nelle scuole medie di Milano. Nel 1983 ha partecipato da solista con l’inedito “Polvere” a Sanremo e si è piazzato secondo; l’anno successivo ha avuto un grande successo con “Nuovo swing”.
Enrico Ruggeri si è ripresentato al Festival di Sanremo del 1987 con Gianni Morandi e Umberto Tozzi: hanno portato il brano di successo “Si può dare di più”, facente parte di un progetto benefico sostenuto dalla Nazionale Italiana Cantanti; in quello stesso anno Fiorella Mannoia ha ottenuto il premio della critica per “Quello che le donne non dicono”, canzone scritta da Ruggeri. Fiorella Mannoia non è stata l’unica interprete per la quale Enrico Ruggeri ha scritto: ha realizzato “Il mare d’inverno” per Loredana Bertè. Il 1991 è l’anno di maggior successo di Ruggeri: il suo album “Peter Pan” ha ottenuto ben quattro dischi di platino; nel 1993 è ritornato a Sanremo col brano “Mistero” grazie al quale ha stravinto. Ci sono state tante altre partecipazioni al Festival di Sanremo e tante altre canzoni famose: “Primavera a Sarajevo” (2002), “Nessuno tocchi Caino” (2003), “La notte delle fate” (2010), “Il primo amore non si scorda mai” (2016).
Scrittore e anchor-man. All’attività di musicista e interprete Ruggeri affianca occasionali attività di scrittore. Dal 2006 al 2008 conduce su Italia 1 la trasmissione “‘Il Bivio” (tre edizioni), mentre nel novembre 2008 conduce un nuovo programma televisivo, “Quello che le donne non dicono”, talk show con protagoniste assolute le donne. Dal 1 luglio 2009 conduce, sempre su Italia 1, il programma “Mistero”, che condurrà per tre stagioni fino al 2010. Da settembre 2010 entra a far parte della giuria di X Factor di Rai 2. Nel gennaio 2011 esce il suo primo romanzo, intitolato “Che giorno sarà”, che racconta la storia di un cantante che nella sua vita ha avuto successo solo con una canzone. Nel dicembre 2012 Enrico ottiene un grande successo di vendite con “Non si può morire la notte di Natale”, il suo primo romanzo giallo.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni