Atuttapagina.it

L’associazione Vivi Frosinone in campo per l’anfiteatro. E invita i cittadini ad unirsi nella pulizia dell’opera

Ancora una volta “Vivi Frosinone, Vivi Ciociaria” scende in campo per il capoluogo e per quell’impegno civico che da sempre caratterizza i suoi componenti. Domani 2 aprile, alle 14:30, l’invito lanciato dall’associazione culturale ed esteso a tutti i cittadini è quello di partecipare a un pomeriggio di pulizia dell’anfiteatro romano di Frosinone, struttura rimasta sepolta sotto le scelte scellerate, avvenute nel corso degli anni ’60, dell’amministrazione e della Soprintendenza di allora, che permisero la costruzione di un palazzo precisamente sopra l’importante opera risalente al I-II secolo dopo Cristo.
Il bene, tuttavia, sarebbe visitabile se fosse valorizzato e, soprattutto, se non fosse insudiciato da chi o ne ignora l’importanza – per mancanza di cultura – o scientemente non ha alcun rispetto per la cosa pubblica. L’anfiteatro è ridotto oggi a “bagno pubblico” e ad altre funzioni: quasi a dire che noi, sulla nostra storia, siamo capaci di costruire e defecare.
«Noi, però, cari distruttori e distruttrici, non ci arrendiamo a questo usato passo – spiegano con l’orgoglio per la propria storia e la propria terra i componenti dell’associazione “Vivi Frosinone, Vivi Ciociaria” -. Quindi non solo difendiamo, ma contrattacchiamo invitando tutti i cittadini a schierarsi in prima linea per la nostra storia, per la storia di questa città e di questa terra di Ciociaria. Ripuliremo ancora una volta il sito, ancora una volta ci porteremo laddove un grosso crimine fu compiuto, ma non per questo si dovranno lasciare all’incuria i resti dell’anfiteatro. Sulle rovine? Forse. Ma con orgoglio e per la nostra terra».
Appuntamento allora a domani 2 aprile, alle 14:30, nel piazzale dell’Istituto di Istruzione Superiore “Luigi Angeloni” (ex Segretaria d’Azienda) in viale Roma.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni