Atuttapagina.it

Nella guerra tra Leghe di Serie A e B coinvolto il Frosinone, in caso di retrocessione ai giallazzurri “solo” 10 milioni del paracadute

Nel primo pomeriggio è in programma un’attesissima Assemblea della Lega Serie A. Tra i punti all’ordine del giorno c’è la discussione sulla decisione della Lega Serie B in materia di mutualità.
Ma facciamo un passo indietro. Lo scorso 21 aprile la Lega cadetta ha deciso con voto unanime di escludere le tre retrocesse dalla Serie A – beneficiarie del cosiddetto “paracadute” (il contributo retrocessione ampliato quest’anno a 60 milioni complessivi) – dall’erogazione delle mutualità, vale a dire i contributi versati dai club alla Lega per fini di “mutua assistenza”. «Non per penalizzare – ha spiegato il presidente della Lega Serie B Andrea Abodi -, ma per riequilibrare una decisione presa dalla categoria superiore con una modalità diversa da quella collegiale e di condivisione che vorremmo fosse sempre adottata all’interno del sistema calcio».
In pratica il Frosinone, nel caso purtroppo probabile di una retrocessione, si dovrà “accontentare” solo dei dieci milioni di euro previsti dal paracadute nell’ipotesi in cui a lasciare la Serie A siano le attuali ultime tre squadre della classifica.
La Lega Serie A, in questa “guerra” portata ormai avanti da mesi, ha pronta la contromossa, prendendo provvedimenti che vadano in qualche modo a penalizzare economicamente le tre squadre che al termine di questa stagione verranno promosse nel massimo campionato. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni