Atuttapagina.it

Pm10 a Frosinone, già superato il limite di 35 sforamenti annui

Sono bastati tre mesi per arrivare al limite dei 35 giorni di sforamenti annui consentiti per quanto riguarda il livello di Pm10 nell’aria. Lo scorso venerdì 1 aprile la centralina della zona Scalo di Frosinone ha registrato per la trentacinquesima volta un valore di polveri sottili superiore al consentito (50 µg/m3). La situazione, insomma, non è cambiata di molto rispetto ai primi giorni dell’anno, quando il tema veniva dibattuto con maggiore frequenza. Non va molto meglio nell’altra rilevazione del capoluogo, quella di viale Mazzini, dove i giorni di sforamento sono già 17.
Male anche altri grandi centri della provincia. Ceccano si conferma la città con il livello più alto di polveri sottili, con 41 giorni di sforamento dall’inizio dell’anno. Preoccupanti anche i dati di Alatri e Cassino, rispettivamente con 22 e 21 giorni nei quali nel 2016 il livello di Pm10 è andato al di sopra della soglia di attenzione.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni