Atuttapagina.it

Vertenza Ilva di Patrica, il 3 maggio un Consiglio comunale aperto ai lavoratori e alle loro famiglie

«Apprezziamo la sensibilità e la fattiva collaborazione dimostrata dal sindaco e dall’intero Consiglio del Comune di Patrica nell’accettare la nostra richiesta di un Consiglio comunale aperto atto ad approvare un Odg a favore di quei lavoratori della Ilva di Patrica a cui scade la mobilità il prossimo 30 giugno. Abbiamo appena ricevuto l’invito a partecipare e la conferma della convocazione del Consiglio comunale il prossimo martedì 3 maggio alle 18:30 alla presenza dell’intero Consiglio». Lo scrivono in un comunicato congiunto le segreterie generali di Frosinone della Fim, della Fiom e della Uilm.
«Siamo lieti di comunicare che parteciperemo al Consiglio non solo con i lavoratori e le loro famiglie ma anche con le associazioni, i movimenti e i gruppi sindacali di alcune importanti aziende del nostro territorio, che hanno deciso con la loro presenza di testimoniare nuovamente la loro solidarietà e vicinanza ai ragazzi della Ilva, tra i quali Vertenza Frusinate, il Movimento Mammamogliedonna Compagna di un Disoccupato a Frosinone, delegazioni sindacali di Abb Sace e AgustaWestland, oltre a nuclei di persone che senza riconoscersi in alcun movimento politico o sindacale vogliono liberamente manifestare la loro vicinanza ai temi che saranno oggetto del Consiglio stesso – prosegue la nota -. Veniamo a conoscenza, inoltre, che saranno invitati al Consiglio anche i senatori Scalia e Spilabotte e l’onorevole Pilozzi e, augurandoci la loro presenza, speriamo di poter discutere con loro quanto dai noi richiesto».
«Siamo orgogliosi che tanti abbiano voluto assumersi in prima persona un ruolo da protagonista e di responsabilità in questa vicenda, sintomo di un rilancio e di una sensibilità sociale che può nascere e nutrirsi solo attraverso il confronto diretto con la gente, che rappresenta un nuovo percorso da intraprendere per riscrivere il futuro del nostro territorio», concludono Fim, Fiom e Uilm.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni