Atuttapagina.it

C’è un libro abbandonato, il gruppo di Facebook che… dona la lettura

Quando i social network svestono il proprio abito spesso “freddo” e distaccato e si trasformano in poesia e condivisione. E’ ciò che succede nel gruppo di Facebook “C’è un libro abbandonato” (www.facebook.com/groups/1119809554744887), il cui successo è rappresentato dagli oltre diecimila utenti iscritti. Il fine del gruppo è tanto semplice quanto romantico: condividere la lettura donando a degli sconosciuti un libro. In che modo? “Abbandonando” i volumi in luoghi pubblici e permettendo così, a coloro che trovano il libro, di scoprire o riscoprire il piacere di leggere un romanzo.
L’idea del gruppo è venuta a Vezio Bonera, classe 1924 e passione da ragazzo. Vezio non è solo amante della lettura, ma è egli stesso uno scrittore avendo pubblicato il suo primo romanzo a 82 anni. Da allora ha scritto sette libri: gli ultimi due raccontano storie di bambini il cui ricavato della vendita è stato devoluto a delle associazioni di volontariato. L’ultima opera di Vezio è un volume di poesie che ha come titolo la sua età: “Novantuno”.
Nella gestione del gruppo Bonera si fa aiutare da Chiara Ascheri e insieme hanno scritto il post che spiega l’obiettivo della pagina: «Questo gruppo è stato creato allo scopo di invitare la gente a leggere: troppi in Italia non hanno mai letto un libro o hanno smesso di leggere. Gli iscritti al gruppo, per stimolare la lettura, abbandoneranno un libro su un mezzo pubblico, in un bar o sulla panchina di un parco, inserendo un biglietto dove si descrive la motivazione di questo abbandono che si intende trasformare in dono. Chiunque, lettore o autore di libri, può iscriversi al gruppo. Dopo aver abbandonato un libro si potrà segnalare il luogo dove si trova».
Il successo è stato immediato. Gli “abbandoni” si stanno moltiplicando e qualcuno, proprio attraverso il gruppo “C’è un libro abbandonato”, ha avuto modo di trovare un piccolo tesoro prezioso: un buon libro. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni