Atuttapagina.it

Comunque vada… tutti in piedi per il Leone

Sarà l’ultimo appuntamento al Matusa della stagione. Potrebbe, va purtroppo messo in conto, essere anche l’ultima gara al Matusa in Serie A. Magari, se così dovesse essere, fino a quando il Frosinone non proverà a tornare in questa categoria.
Domenica sarà una partita dalle forti emozioni, a prescindere dal risultato finale. Si respirerà, c’è da esserne certi, l’atmosfera che aveva avvolto il Matusa una decina di giorni fa prima, durante e dopo la sfida col Palermo. Ma se l’esito del match col Sassuolo e, quindi, del campionato non dovesse sorridere al Leone, non bisognerà essere tristi. Questo gruppo ha realizzato qualcosa di straordinario, comunque vada a finire. I trentuno punti non potranno essere cancellati dal fallimento dell’obiettivo finale. Un obiettivo che ad inizio stagione ben pochi pensavano potesse essere raggiunto, detto con onestà. E, invece, questa squadra non solo ha reso orgogliosi i propri tifosi impegnandosi fino all’ultima goccia di sudore, ma è ancora matematicamente in corsa per la salvezza.
Ci sarà solo da applaudire allora. Perché, senza tornare troppo indietro con la memoria, appena pochi giorni fa a San Siro è stata data una lezione di calcio al Milan: è stata l’ennesima impresa di un Frosinone partito da sfavorito contro quasi tutti gli avversari. Forse i ragazzi di Stellone non ce la faranno a tagliare il traguardo, ma sotto il profilo delle motivazioni, della determinazione, dell’attaccamento ai colori e alla società e dei valori morali questo Frosinone ha già raggiunto la sua salvezza. Applausi a scena aperta al Leone. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni