Atuttapagina.it

Il primo colpo della prossima stagione? Respingere gli assalti della Serie A per il preparatore Capogna

Ancora una volta il lavoro di Gianluca Capogna ha dato i suoi frutti. Il Frosinone non ce l’ha fatta a conquistare la salvezza, ma di certo non è stato a causa della condizione atletica. Anzi, sul piano della corsa il Leone ha concluso alla grande la stagione. La squadra è apparsa brillante, anche nelle ultime settimane durante le quali il caldo ha iniziato a farsi sentire.
Per il terzo anno consecutivo il Frosinone chiude il campionato con una condizione invidiabile. Era successo due anni fa in Lega Pro, quando la squadra giallazzurra si presentò ai play-off in forma smagliante, ed era accaduto pure nella stagione passata, con la promozione in Serie A centrata dopo una cavalcata irresistibile da marzo in poi. E non è stato un compito semplice per Capogna, che ha dovuto tarare il suo programma sulla diversa durata di un campionato rispetto all’altro: trentadue partite più cinque dei play-off in Prima Divisione, quarantadue giornate in Serie B e trentotto gare in Serie A.
Il lavoro del preparatore atletico del Frosinone si è confermato d’eccellenza e ora viene la parte più difficile per la società: respingere l’interesse di alcuni club di Serie A che potrebbero puntare su Capogna per arricchire il proprio staff tecnico. Il Frosinone dovrà cercare di non lasciarsi scappare un professionista che rappresenta un valore aggiunto per i risultati del gruppo: ripartire dal “prof” vorrebbe dire puntare sul sicuro sulla bontà della preparazione atletica. (Gabriele Margani)

Foto di Martina Terrinoni

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni