Atuttapagina.it

Paracadute, dieci milioni al Frosinone a prescindere da chi retrocede tra Palermo e Carpi

Il Frosinone guarda alla corsa per l’ultimo posto utile per la salvezza con indifferenza. Il famoso “paracadute”, ovvero il premio di consolazione che la Lega Serie A assegnerà alle squadre retrocesse, non subirà infatti variazioni per la società giallazzurra a seconda che a scendere in Serie B insieme al Verona e allo stesso Frosinone siano il Palermo o il Carpi.
Lo scorso febbraio la Lega Serie A ha alzato a 60 milioni di euro – fino all’anno scorso erano circa la metà – la cifra da destinare alle tre squadre retrocesse al termine della stagione. Questo per ammortizzare le perdite dovute ai minori ricavi per i diritti tv e gli sponsor. La suddivisione del “paracadute” è la seguente:
– 10 milioni di euro per le squadre neopromosse che retrocedono dopo una sola stagione;
– 15 milioni per le squadre che abbiano maturato due anni in A negli ultimi tre anni;
– 25 milioni per chi ha disputato tre anni in A negli ultimi quattro.
La fetta della torta che spetterà al Frosinone, quindi, non è legata al nome della squadra che retrocederà. Che si tratti del Palermo o del Carpi, al club giallazzurro andranno comunque 10 milioni di euro. Diverso è il discorso per il Verona, che avrebbe tutto l’interesse a far salvare il Palermo per accaparrarsi una somma più consistente del “paracadute”, ma questo non interessa al Frosinone. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni