Atuttapagina.it

Stadio Casaleno, solo Stirpe può fare chiarezza. E del presidente ci si può fidare

Forse la retrocessione del Frosinone ha aumentato l’interesse intorno alla realizzazione del nuovo stradio Casaleno o forse la spasmodica ricerca di notizie circa i tempi dei lavori sulla futura casa del Leone sarebbe stata anche maggiore in caso di salvezza. In queste ore si rincorrono voci, più o meno fondate, sulla tempistica delle opere e, soprattutto, su quando il Frosinone potrà iniziare a giocare nel suo nuovo impianto.
Intanto lunedì ci sarà una conferenza stampa ad hoc del presidente Stirpe. Come successo 45 giorni fa, Stirpe farà chiarezza e dirà se sia il caso di essere allarmati o, viceversa, di non preoccuparsi. Il presidente del Frosinone si è impegnato in prima persona nella vicenda e della sua parola ci si può fidare. Più di qualsiasi altra voce.
Le certezze, al momento, sono due. La prima, la più ovvia, è che il Frosinone avrà un suo stadio: funzionale e maggiormente accogliente per i tifosi. La seconda è che il prossimo campionato di Serie B il Leone inizierà a giocarlo al Matusa. E’ un problema? Probabilmente no, se questo vuol dire che i lavori per il Casaleno verranno realizzati con maggiore cura dei dettagli. Starà allo stesso presidente Stirpe, e solo a lui, confidare in quali tempi il Frosinone si potrà spostare dal vecchio al nuovo impianto. Il resto sono solo ipotesi più o meno verosimili. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni