Atuttapagina.it

“Tanto già lo so che l’anno prossimo gioco di sabato”. Al Matusa vince l’autoironia

Quando, nei minuti finali della partita con il Sassuolo, si è alzato il coro “E tanto già lo so che l’anno prossimo gioco di sabato”, la genuinità e la goliardia si sono palesate come in tante altre circostanze era già successo. Quel coro di scherno, utilizzato tante volte dalle tifoserie avversarie per irridere il Frosinone e i suoi sostenitori, è stato fatto proprio e coniugato in prima persona. Non più “E tanto già lo so che l’anno prossimo giochi di sabato”, ma appunto “gioco di sabato”.
L’autoironia e la goliardia l’hanno fatta da padrone. La Curva Nord ha rivolto verso se stessa un coro derisorio e l’effetto è stato quello voluto: anticipare le possibili prese in giro dei sostenitori avversari – parliamo in generale, non certamente del correttissimo pubblico del Sassuolo – e dimostrare che in Ciociaria si può sorridere di se stessi. Ancora una volta l’ironia ha vinto, applausi al tifo giallazzurro. (Gabriele Margani)

Foto di Martina Terrinoni

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni