Atuttapagina.it

Impianti a biomassa, alla Pisana approvata una mozione: salvaguardare aree con produzioni certificate

Con una mozione, votata per parti separate, il Consiglio regionale del Lazio ha impegnato la giunta affinché la programmazione degli impianti a digestione anaerobica di biomassa nel Lazio avvenga all’interno di un piano energetico regionale. Dovranno, inoltre, essere esonerate dalla realizzazione di questo tipo di impianti le aree con produzioni certificate (Doc, Docg, Dop, Igt, Igp, ecc.), come avvenuto in Emilia Romagna per la filiera del Parmigiano Reggiano, in base al principio di precauzione. Bocciata, invece, la proposta formulata nella versione originale della mozione di stop a tutte le autorizzazioni in corso per impianti che prevedano in ingresso la frazione organica del rifiuto solido urbano. Respinta anche l’iniziativa di rendere obbligatoria la valutazione di impatto ambientale (Via), escludendola dal principio di assoggettabilità di responsabilità regionale, per gli impianti da fonti rinnovabili di potenza nominale complessiva superiore ai 0,25 MW.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni