Atuttapagina.it

La passione per l’attività medica e l’esperienza a Ferentino, presentato il libro del dottor Patrignani

Nella Biblioteca “Alfonso Giorgi” di Ferentino è stato presentato il libro del dottor Sergio Patrignani “A quei tempi: trent’anni di vita di un primario di provincia molto lontani nel tempo e diversi dagli attuali”.
Con questo libro l’autore, 86 anni, ha voluto raccontare la sua gioventù in Romagna, nei difficili anni della guerra, la vita universitaria a Roma e l’attività di primario di provincia, a Ferentino e Magliano Sabina.
Nel testo, oltre all’aspetto biografico, emerge l’enorme diversità della medicina del passato rispetto a quella di oggi. Diversità di sistemi, di risorse e, forse, anche di approccio umano.
«Lo spirito di questo libro – ha spiegato il dottor Patrignani – nasce dalla passione e dalla vita di medico, ma anche dalla speranza di poter interessare e invogliare i giovani, dotati di entusiasmo e spirito di sacrificio, a intraprenderla».
Molto emozionanti le pagine che l’autore ha voluto dedicare al periodo professionale trascorso a Ferentino, tappa fondamentale della sua carriera medica ma anche occasione per ricordare affetti, amicizie, esperienze.
«Una grandissima emozione nel tornare a Ferentino – ha aggiunto l’autore del testo – dove ho iniziato la carriera e dove ho avuto la fortuna di conoscere Gino Savona e Domenico Pompeo, grandi compagni. Così come Giuseppe Di Torrice. Un pensiero molto caro per me è anche quello di Vincenzo Finocchiaro e di tanti cordialissimi collaboratori».
A fare gli onori di casa in occasione della presentazione del libro il sindaco di Ferentino Antonio Pompeo, l’assessore alla pubblica istruzione Francesca Collalti, il responsabile della Biblioteca Roberto Ruffini e Luigi Martini, già presidente USL Fr3.
«Con molto piacere – ha dichiarato Pompeo – abbiamo voluto ospitare la presentazione del volume del dottor Sergio Patrignani. Una circostanza per apprezzare e rendere il dovuto tributo a un professionista che tanto bene ha operato nel nostro territorio, ma anche la possibilità di conoscere e approfondire una pagina importante della nostra storia recente».

Ferentino Sergio Patrignani1

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni