Atuttapagina.it

9 giorni a piedi, in bicicletta o a cavallo per percorrere i 170 chilometri del Cammino di San Benedetto

Appuntamento martedì mattina alle 10, presso l’Abbazia di Montecassino. E’ da lì che prenderà il via il Cammino di San Benedetto: si tratta della seconda edizione in Ciociaria, dopo quella dello scorso anno. Ancora una volta ad organizzare l’evento c’è la Camera di Commercio di Frosinone. Un evento che non poteva mancare in occasione del Giubileo straordinario 2016 e a cui, oltre alla Camera di Commercio di Frosinone, contribuiscono il sistema camerale del Lazio, la Regione Lazio, la Fidal, il Cai, lo Slow food, l’Associazione europea delle vie Francigene. Un viaggio di nove giorni a piedi, in bicicletta o a cavallo, con tracciati appositamente studiati e assistiti. Un appuntamento che rientra nell’ambito della “Ciociaria vi aspetta” e il cui titolo completo è “Da Montecassino e Rieti fino a Roma sulle orme di San Benedetto e San Francesco”. Il Cammino inizierà martedì 26 luglio dall’Abbazia di Montecassino per concludersi a Roma il 3 agosto in piazza San Pietro (per un totale di 170 chilometri), con la partecipazione all’udienza del Papa. Nove le tappe. Il 26 luglio Abbazia di Montecassino – Roccasecca (18,8 km); il 27 è la volta di Roccasecca – Arpino (19,5 km); quindi, il 28, Arpino – Monte San Giovanni Campano (20,5 km); il 29 luglio la quarta tappa: Monte San Giovanni Campano – Casamari – Veroli (14,2 km); il 30 luglio i camminatori partiranno da Veroli e arriveranno alla Certosa di Trisulti (21,4 km); quindi trasferimento ad Alatri; la sesta tappa è quella del 31 luglio, da Alatri agli Altipiani di Arcinazzo (24,7 km); il 1 agosto Altipiani di Arcinazzo – Subiaco (15 km) e trasferimento a Monterotondo; il 2 agosto Monterotondo – Roma (30 km); nona e ultima tappa il 3 agosto: in tutto 3 chilometri da percorrere a Roma per poi arrivare a piazza San Pietro e partecipare all’udienza papale. Un percorso di fede, che consentirà anche di esplorare le straordinarie bellezze paesaggistiche, naturalistiche, culturali, storiche e monumentali della Ciociaria.
«Ripetersi è sempre più difficile, ma noi abbiamo accettato la sfida convinti di essere ancora una volta all’altezza dopo l’esaltante bilancio dello scorso anno – è il commento del presidente della Camera di Commercio Marcello Pigliacelli -. Tra l’altro il Cammino di San Benedetto 2016 si inserisce nel contesto dell’Anno giubilare e questo dà all’evento una valenza religiosa irripetibile. Si tratta di un’opportunità enorme per un’esperienza di fede che lascia il segno, ma anche per respirare la cultura, il paesaggio, il panorama, l’arte, la storia e la cultura che promanano da questa terra. Credo che sia anche una riscoperta delle proprie origini. Nel presentare l’evento ho detto che volevamo essere messi alla prova. Oggi confermo e aggiungo che saremo perfettamente all’altezza della situazione».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni