Atuttapagina.it

A Veroli i canti e i balli del Salento, questa sera Arakne Mediterranea sul palco di Ernica Etnica

“Ernica Etnica, la musica che abbiamo nel cuore”, la rassegna nazionale della migliore tradizione della musica popolare italiana giunta quest’anno alla XVII edizione, prosegue con la seconda serata, in programma questa sera 16 luglio, con l’esibizione di Arakne Mediterranea, gruppo tra i più importanti della penisola salentina e dell’intera Puglia. Balli e canti della migliore tradizione salentina e pugliese sicuramente catalizzeranno l’attenzione del pubblico, sempre pronto in queste occasioni a cantare e ballare la pizzica dinanzi al palco che vede protagonisti gli artisti.
«La serata del sabato – spiega il direttore artistico Giuseppe Gennaro – con i suoni salentini esprime tutte le motivazioni che hanno determinato negli anni il progetto di Ernica Etnica: tre giorni di festa, di musica, di allegria e di partecipazione popolare. Quest’anno con il gruppo di Arakne Mediterranea presenteremo un concerto coinvolgente, con uno spettacolo di suoni, danze e canti tradizionali del Salento e della Puglia, terra di contadini e paesaggio rurale che ha molte assonanze con le nostre tradizioni sociali e culturali. Una serata all’insegna della festa e della spensieratezza».
Arakne Mediterranea, nata da oltre venti anni nella Grecia salentina, a Martignano, è impegnata nella cultura “altra”, quella attraverso la quale, con canti, balli, suoni e danze, si cerca di mantenere e sviluppare la tradizione popolare salentina. Tamburelli, nacchere, flauti e chitarre, voci, canti, costumi e danze per appassionare e trasportare con la pizzica il pubblico nella magica atmosfera del Salento.
Una serata particolare quella di oggi in quanto si svolgerà anche la Festa delle Pro Loco del Lazio, una kermesse organizzata dalla Pro loco di Veroli che vedrà oltre trenta delle associazioni più attive e funzionanti del territorio regionale.
«Ringraziamo la nostra Pro Loco – affermano il sindaco Simone Cretaro e l’assessore alla Cultura Cristina Verro – per l’impegno e la passione profusi nell’organizzare tale raduno, che ha molte similitudini con Ernica Etnica in quanto caratterizza la partecipazione popolare che nell’associazionismo trova, forse, una delle massime espressioni. Sicuramente i luoghi del nostro centro storico saranno un’indubbia e straordinaria cornice naturale  nell’ospitare anche eventi di questo genere».
In occasione di “Ernica Etnica”, i cui concerti sono gratuiti con inizio alle 21:30, saranno organizzate visite guidate al Museo archeologico sito nel Palazzo comunale e saranno aperte mostre artistiche sia al Chiostro agostiniano che nella galleria La Catena. Presente il consueto mercatino artigianale e vari angoli di degustazioni di prodotti tipici del territorio. Tutto all’insegna della festa in piazza.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni