Atuttapagina.it

Città dello sport di Ferentino, il consigliere Maddalena: “Uso non esclusivo del Frosinone, si apra la struttura ai cittadini”

«In questi giorni è apparso all’ingresso della “Città dello Sport”, presso il campo sportivo comunale, un cartello che indica orari di accesso dei cittadini per attività sportive, anche nelle ore serali dalle 19 alle 20:30, ma come stanno segnalando diversi cittadini l’orario di ingresso è previsto solo sulla carta, in quanto realmente questo accesso non è consentito e i cancelli di ingresso sono tutti chiusi». Lo scrive in una nota Marco Maddalena, capogruppo consiliare di Sinistra Ecologia e Libertà al Comune di Ferentino.
«Tutto questo avviene nella completa indifferenza del governo della città; infatti dopo due mesi dalla mia interrogazione sull’accesso al campo sportivo comunale rivolta al sindaco e all’assessore allo sport ancora non è giunta nessuna risposta – afferma Maddalena -. Proprio in un periodo nel quale si sono allungate le ore diurne, non è chiaro il motivo per cui il campo sportivo comunale, bene pubblico, non sia accessibile ai cittadini, in particolare nelle ore serali per attività ginniche, nonostante non ci siano attività concomitanti della società sportiva che ha in concessione la struttura».
«E’ noto che cittadini di Ferentino, oltre al campo sportivo comunale non hanno altri luoghi dove poter praticare sport in modo libero, gratuito e in sicurezza – continua ancora il consigliere comunale -. Sono evidenti i disagi delle famiglie costrette a praticare la corsa o la camminata, anche con i propri bambini, lungo le strade asfaltate, con rischi per la loro incolumità: recenti fatti di cronaca dovrebbero far prevenire tali pericoli».
«A tal proposito è necessario ricordare che il Comune di Ferentino ha concesso l’uso del campo sportivo al gestore in modo non esclusivo, ovvero è stato previsto nella convenzione la possibilità di accesso concordata con il Comune sia dei cittadini, sia di altre associazioni sportive – spiega il capogruppo di Sel -. Nella delibera consiliare di concessione, inoltre, si è prescritto anche l’obbligo da parte del concessionario della realizzazione di una pista di atletica, mai realizzata».
«Lo stesso Consiglio comunale ha espresso pure, mesi fa e all’unanimità, un ordine del giorno nel quale si impegnano sindaco e assessore allo sport a concordare con la società concessionaria orari consoni per l’accesso alla struttura anche da parte dei cittadini, ma ad oggi questo atto di indirizzo è rimasto inascoltato. Pertanto non si comprendono i motivi per cui non si permette ai cittadini di accedere all’impianto sportivo in orari consoni, nella giusta convivenza con le società calcistiche. Non si può definire “Città dello Sport” un luogo che non permetta ai cittadini di poter praticare tutte le attività sportive. Il mancato intervento per risolvere la questione, da parte del governo della Città, dimostra per l’ennesima volta come a Ferentino non sia garantito il diritto allo sport per tutti i cittadini», conclude Marco Maddalena.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni