Atuttapagina.it

La Cisl lancia vIVAce, la community dei lavoratori indipendenti e delle nuove professioni

Si chiamerà “vIVAce” la nuova associazione pensata dalla Cisl per rappresentare le Partite Iva e dare loro una rappresentanza efficace rispetto al nuovo scenario del mondo del lavoro che cambia. “vIVAce” è la community dei lavoratori indipendenti e delle nuove professioni, dai freelance ai nuovi lavoratori “Agili”. Professionisti che forniscono principalmente servizi tecnologici, prestazioni intellettuali e beni immateriali. Donne e uomini di tutte le età, inventori di nuovi lavori, freelance che lavorano da casa: in una parola sola, “vIVAci”. Le sedi di “vIVAce” saranno sostanzialmente due, una fisica coincidente con quella della Cisl ed un ambiente di co-working condiviso con altri “vIVAci”.
«In forza della passione verso le nuove professioni crediamo sia necessario dare voce a questo mondo attraverso la creazione di una rappresentanza moderna, non dogmatica, che non abbia paura dei nuovi modi di lavoro e accetti la sfida del cambiamento e della grande trasformazione del lavoro in atto – commenta il Segretario Generale della Cisl di Frosinone Enrico Coppotelli (nella foto) -. Vogliamo creare, come Sindacato Cisl, una rete di informazioni, di cooperazione, di welfare e di servizi mirati alle molteplici esigenze, di spazi dove incontrarsi per lavorare e mettere in comune le diverse competenze. Una comunità dove il Sindacato ha l’obbligo di mettere a disposizione i suoi valori e la sua storia al servizio del mondo che cambia, dando una rappresentanza ai lavoratori della quarta rivoluzione».
«La Cisl – conclude Coppotelli – ha stipulato diverse convenzioni in grado di offrire ai membri della Community svariate possibilità, un vero e proprio sistema di supporto integrato a sostegno dei “nuovi lavori”. Entrando a far parte della Community di “vIVAce”, raggiungibile digitando il link www.vivaceonline.it, si potrà dialogare con i nostri esperti e poter usufruire delle convezioni che l’associazione ha stipulato in ambito fiscale, previdenziale, assistenziale, legale e non solo».

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni