Atuttapagina.it

Terremoto, il cuore grande di Pontecorvo: il ricavato di una cena interamente devoluto alle vittime del sisma

La solidarietà per le popolazioni terremotate non si ferma. L’amministrazione comunale di Pontecorvo, in collaborazione con la Pro Loco, la Fondazione Benedetto Colicci, l’Anima Family e l’associazione Santi Cosma e Damiano, ha organizzato per il 31 agosto alle 21, in piazza Alcide De Gasperi (Belvedere) una cena di beneficenza per la raccolta di fondi pro terremotati del Reatino.
«In questi giorni la popolazione di Pontecorvo ha dato grande esempio di solidarietà: presso la Biblioteca comunale sono stati raccolti beni di prima necessità. Ora, però, la Protezione Civile Regionale ha stoppato tale iniziativa per evitare un accumulo di beni che potrebbero non servire – lo rende noto il sindaco Anselmo Rotondo -. Occorrono fondi, per questo abbiamo deciso di fare la cena di beneficenza al costo di 4 euro interamente devoluti alle popolazioni. Il nostro pensiero è rivolto a coloro i quali hanno perso i propri cari, ma anche la loro casa e la loro sicurezza. Il popolo di Pontecorvo si è dimostrato altamente solidale, per questo diciamo grazie a chi si è impegno per la giusta causa; allo stesso modo ma ancor più penetrante il nostro grazie a quanti sono partiti da Pontecorvo per aiutare in loco le popolazioni: vigili del fuoco, carabinieri e semplici volontari. Invitiamo, dunque, tutti a partecipare all’iniziativa “Un’amatriciana per Amatrice”. Che la solidarietà non si fermi».

Terremoto Amatrice

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni