Atuttapagina.it

I Biblionauti, a Frosinone una nuova realtà culturale: primo incontro con il Premio Strega Edoardo Albinati

Appena nata ma già grande, visto l’appuntamento prestigioso a cui legherà il proprio nome. Stiamo parlando dell’associazione culturale “I Biblionauti”, nata per divulgare lo spirito del circolo di lettura “Libri in circolo” della biblioteca comunale “Turriziani” di Frosinone, che organizzerà quest’anno l’ormai consueto appuntamento con “La lettura esercizio della ragione e dell’emozione”. L’iniziativa prevede non solo la premiazione di coloro che si sono distinti per lo spiccato interesse verso la lettura e per la partecipazione alla vita della biblioteca (attraverso suggerimenti e critiche), ma anche l’incontro con il vincitore del Premio Strega. Nel 2014, anno d’esordio della manifestazione, è intervenuto Francesco Piccolo; l’anno scorso è stata, invece, la volta di Nicola Lagioia. Il 12 ottobre, nella sala di rappresentanza della Provincia di Frosinone, dopo la premiazione dei lettori, con inizio alle 17, si terrà l’incontro con Edoardo Albinati che, presentato dallo scrittore, avvocato e cantautore Stefano Testa, parlerà di “La scuola cattolica” (Rizzoli), settantesimo vincitore del riconoscimento della Fondazione Bellonci. I Biblionauti, quindi, non potevano iniziare la propria attività in modo migliore. Fanno parte dell’associazione Paola Gangeri (presidente), Antonio Corvaia (vicepresidente), Giuseppe Andreozzi, Stefano Chiappini, Emanuela Grande, Massimo Lisi, Catia Gallo, Anna Maria Tufano, Eliana Noviello, Stefania Carè, Silvana Gentile, Viviana Mastromarino, Pietro Paolo Dionisi, Stefano Testa, Chiara Lisi, Daniele Urso e Anna Maria Versaci (soci fondatori). Gli scopi dichiarati dell’associazione – aperta all’ingresso di nuovi e appassionati componenti – sono di promuovere e attuare qualsiasi iniziativa destinata a coloro che hanno a cuore la lettura, la scrittura, la musica, il cinema, le arti visive in generale, diventando un punto di riferimento culturale della città e della provincia. Non solo: i Biblionauti intendono supportare e stimolare le attività extrascolastiche degli studenti, mettere in atto interventi per la salvaguardia del patrimonio storico, artistico, culturale e delle tradizioni del territorio, organizzare e promuovere incontri e festival con autori e artisti di più discipline, anche per sensibilizzare il pubblico su diversi temi di impatto sociale. Per maggiori informazioni sull’attività dei Biblionauti basterà cercare la pagina su Facebook o incontrarli il prossimo 12 ottobre in occasione della terza edizione di “La lettura esercizio della ragione e dell’emozione”.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni