Atuttapagina.it

Mobilità alternativa, cultura, storia e solidarietà: una domenica da non perdere con Frosinone Bella e Brutta

Promozione della mobilità sostenibile, recupero delle bellezze del capoluogo, solidarietà. Sono questi gli obiettivi di “Frosinone Bella e Brutta” per una domenica speciale lungo le strade di Frosinone. Il 2 ottobre, infatti, è fissato l’appuntamento con la sesta edizione di “Sognando la ciclabile che ci sarà” (iscrizioni dalle 9:30, partenza alle 10). Salendo sui pedali e percorrendo in bici le strade della città, l’associazione e i cittadini chiedono all’amministrazione comunale di intervenire sui percorsi ciclabili del capoluogo creando una pista che unisca le stazioni di bike sharing (da mesi sprovviste di biciclette) e che permetta di percorrere su due ruote tutta la parte bassa di Frosinone. Un obiettivo tanto più importante per una città come Frosinone, che è in testa alle classifiche sull’inquinamento per la concentrazione di polveri sottili nell’aria.
Quest’anno la pedalata sarà anche un’occasione per promuovere il recupero delle bellezze e della storia del capoluogo. Infatti i cittadini si daranno appuntamento con le bici dalle 9:30 in via Ciamarra, nella zona delle Fontanelle, dove i volontari dell’associazione con il supporto dell’Istituto Agrario e degli sponsor hanno riqualificato lo storico Santuario della Madonna della Cercia riportandolo allo splendore dopo anni di abbandono. Dopo la pedalata mattutina nel tratto pianeggiante della città, che si concluderà alle 12, in serata ci sarà l’appuntamento con i festeggiamenti della Madonna della Cercia: tutti coloro che si iscriveranno all’evento in bici e alla camminata nordica potranno partecipare all’estrazione dei premi messi a disposizione dagli sponsor. L’appuntamento sarà, quindi, fissato alle 17 per una breve processione in via Fontana Unica e alle 18 presso il santuario della Madonna della Cercia per la Messa; alle 19 si terrà il sorteggio dei premi seguito da un momento di convivialità. Tutto sarà allietato dall’animazione per bambini dell’associazione Babylonia e dagli artisti ciociari Guglielmo Bartoli e Milena Frantellizzi.
Sarà, dunque, il turno della solidarietà e della musica: in occasione della cena con panino con la porchetta e vino rosso, mentre si esibiranno i componenti della scuola di organetti del maestro Angelo Piccoli, i partecipanti potranno offrire un contributo e il ricavato sarà completamente devoluto ai terremotati del comune di Arquata del Tronto. Le offerte verranno anche raccolte durante tutta la giornata e in occasione della pedalata e della Camminata Nordica. In data da concordare con il sindaco di Arquata del Tronto, come da accordi presi, alcuni volontari dell’associazione consegneranno di persona la somma raccolta, dividendola tra le famiglie meno abbienti che segnalerà lo stesso primo cittadino: il numero di famiglie che ne beneficeranno dipenderà dall’entità della somma raccolta. Sul blog “Frosinone Bella e Brutta” è stata aperta una pagina che renderà tracciabile il percorso delle donazioni, dal versamento di domenica fino alla donazione alle famiglie terremotate. Ambiente, mobilità, bellezza, storia e solidarietà: una domenica da non perdere.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni