Atuttapagina.it

Tra Carpi e Frosinone vince la noia, ma il punto può far sorridere il Leone

La posta in palio era alta, ma non così tanto da giustificare una partita giocata senza troppa aggressività e convinzione da parte delle due squadre. Il Carpi e il Frosinone decidono di non farsi male e lo 0-0 è lo specchio di un match giocato a ritmi bassi da due squadre dalle quali ci si aspettava di più. Meglio i padroni di casa nel primo tempo, il Leone ha fatto qualcosa in più nella ripresa. E forse la conclusione di Dionisi dopo l’intervallo poteva avere miglior fortuna. Alla fine, però, si tratta di un ottimo punto per il Leone: uscire con un pareggio dal campo del Carpi darà fiducia per il resto della stagione.
Marino ripropone Sammarco dal primo minuto, ma a fargli posto non è Soddimo bensì Kragl. In difesa, invece, Crivello è confermato sulla fascia sinistra. Nei primi minuti la partita è piuttosto “tirata”: le squadre non riescono a prevalere l’una sull’altra e la tensione la fa da padrona. Con il passare dei minuti, però, il Carpi cresce e al 10′ colpisce il palo: il tiro deviato di Di Gaudio viene respinto provvidenzialmente da Bardi, che riesce a respingere con il piede il pallone che finisce sul palo. Il Frosinone, comunque, non resta a guardare nonostante una leggera supremazia territoriale della squadra di Castori e al 16′ crea il primo pericolo. Dalla bandierina Paganini mette in mezzo un cross sul quale si butta Daniel Ciofani: la deviazione di testa si spegne sul fondo. Ancora dal corner arriva la palla gol successiva, questa volta costruita dal Carpi. Siamo al 18′ quando Poli riceve il pallone da calcio d’angolo e di testa non inquadra la porta di Bardi. I minuti trascorrono senza altre emozioni: il match è bloccato e lo spettacolo ne risente. Al 32′ Castori è costretto al primo cambio: Poli lascia il campo per infortunio e al suo posto entra Sabbione. E dopo cinque minuti, al 37′, un altro problema fisico nelle file del Carpi costringe l’allenatore biancorosso a un’altra sostituzione: Letizia esce in barella e lascia il campo a Crimi. I padroni di casa sono adesso in emergenza in difesa e il Frosinone dovrà approfittarne. E’, comunque, ancora il Carpi a tenere il possesso del pallone e a cercare di impensierire la difesa giallazzurra con le iniziative di un ispirato Di Gaudio. Il primo tempo, però, si conclude senza gol: partita noiosa, Carpi leggermente meglio rispetto al Frosinone.
La ripresa inizia con un Frosinone più propositivo. Al 6′ il cross di Matteo Ciofani dalla destra trova pronto Dionisi, che incrocia di destro e manca la deviazione vincente di pochissimo: Federico si mette le mani nei capelli per il gol sfiorato di non molto. La squadra di Marino sembra più intraprendente, con una maggiore spinta offensiva. Il Carpi sembra avere poche idee, ma a parte la colossale palla gol di inizio ripresa anche il Frosinone non riesce a pungere. Siamo al 24′ e l’unica nota da segnalare è il primo cambio del Leone: un generoso Soddimo lascia il campo a Kragl. Le squadre sono allungate in questo momento: ne potrebbero beneficiare i rispettivi reparti offensivi. Il match, però, scorre via senza alcun sussulto: il Carpi in questo secondo tempo è impalpabile, il Frosinone ha combinato qualcosa in più ma senza comunque lasciare il segno. Terzo e ultimo cambio di Castori: De Marchi rileva Catellani. Marino risponde con Churko al posto di Paganini. A cinque dal termine Di Gaudio, il migliore in campo, si libera al cross: il pallone arriva sulla testa di De Marchi che spedisce alto. Quasi allo scadere c’è un po’ di spazio anche per Cocco, che prende il posto di Daniel Ciofani. Ma il risultato non cambia: il Carpi e il Frosinone pareggiano per 0-0 e, forse, il risultato sembra stare bene ad entrambi. Di sicuro il Leone può accogliere con soddisfazione questo punto. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni