Atuttapagina.it

A Frosinone celebrata la festa dei Nonni insieme a 600 anziani

Grande partecipazione, alla Villa Comunale di Frosinone, per la Festa nazionale dei Nonni. Questa mattina, all’interno dell’ampia tensostruttura, hanno celebrato insieme questa ricorrenza circa 600 anziani dei centri sociali comunali. Il pranzo è stato preparato e distribuito dal personale qualificato della Confartigianato di Frosinone, mentre circa 30 allievi della scuola alberghiera di Ceccano hanno svolto servizio di sala. Fondamentale, per la riuscita della manifestazione, il contributo dello staff della cooperativa Osa. La giornata si è aperta con un minuto di silenzio in ricordo di Matteo Battisti, recentemente scomparso. L’assessore ai servizi sociali Carlo Gagliardi ha salutato i presenti, lasciando poi la parola al sindaco Nicola Ottaviani.
«Vorrei rivolgere un grande ringraziamento ai servizi sociali del Comune e agli operatori Osa che sono parte integrante, ormai, delle nostre famiglie. Guardate questi ragazzi – ha detto Ottaviani rivolto agli studenti dell’alberghiero di Ceccano – impegnati non solo nella formazione e nello studio, ma pronti per entrare nel mondo del lavoro a pieno titolo. La festa dei nonni è una celebrazione nazionale importante: è come la Festa della Repubblica. Le famiglie, spesso, senza il vostro contributo, morale e materiale, non potrebbero andare avanti. Siete dei punti di riferimento fondamentali per i nostri ragazzi. Con l’assessore Gagliardi stiamo portando avanti il piano degli investimenti sul settore dei servizi sociali, non solo di carattere generale ma anche per quel che attiene alla ridistribuzione delle risorse del progetto Solidiamo. Da qui a breve, con i referenti dei centri anziani, l’assessore darà indicazione circa le varie attività, come le visite di più giorni, che saranno realizzate con i fondi provenienti da “Solidiamo”, fondi derivanti dal dimezzamento delle indennità degli amministratori del Comune di Frosinone. Queste risorse, come sapete, vengono utilizzate per finanziare centinaia di borse di studio per i ragazzi della città e per permettere agli anziani di frequentare i luoghi d’arte del nostro Paese. Siamo l’unico capoluogo d’Italia in cui l’amministrazione ha ridotto del 50% le indennità dei politici per finanziare giovani e anziani».
«L’ultimo pensiero – ha aggiunto l’assessore Carlo Gagliardi – è rivolto a coloro che stanno attraversando un periodo drammatico: i tanti anziani residenti nelle zone terremotate dell’Italia centrale. A loro il nostro saluto commosso e la nostra vicinanza. L’Assessorato ai servizi sociali del nostro Comune è sempre pronto a raccogliere nuove iniziative e suggerimenti per migliorare l’offerta che viene erogata a favore delle famiglie».
L’amministrazione ha poi premiato Vincenzo Papetti e Michele Terlizzi per la mostra realizzata, “Una città… in movimento”.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni