Atuttapagina.it

Frosinone, alla Pietrobono manca lo spazio di manovra per gli scuolabus: il comitato Laboratorio Scalo chiede di allargare via Puccini

La scorsa settimana si è tenuta a Frosinone la riunione con cui il Comitato Civico “Laboratorio Scalo” si accinge ad aprire la stagione 2016-2017. L’incontro è stato occasione di bilancio fra gli obiettivi che negli anni il Comitato si è posto, i risultati raggiunti e soprattutto gli impegni su cui intende concentrare l’attenzione nell’immediato futuro.
Sin dalla sua fondazione il Comitato ha come obiettivo principale quello di mettere a fuoco le problematiche ma anche le potenzialità del quartiere Scalo da sottoporre all’attenzione dell’amministrazione comunale, con l’auspicio di migliorarne la fruibilità e la vivibilità per i residenti, per i pendolari ma anche per chi lo frequenta anche solo occasionalmente. In questi anni sono numerosi gli interventi che il comitato è orgoglioso di aver contribuito a realizzare, ma tanti sono quelli di cui si avverte ancora assoluta necessità.
La debolezza del tessuto economico, sociale e culturale resta motivo di attenzione e preoccupazione, ma i problemi di manutenzione ordinaria, l’inquinamento e il traffico che già dalle prime ore della giornata arreca grandi difficoltà restano oggi priorità impellenti da affrontare in modo deciso ed efficace. Sono ormai anni che “Laboratorio Scalo” richiama l’attenzione sul congestionamento del traffico in via Puccini, in concomitanza degli orari di ingresso e uscita della scuola media “Luigi Pietrobono”, chiedendo di allargare la sede stradale in corrispondenza dei terreni attigui la scuola così da consentire la fermata in sicurezza alle auto private che accompagnano gli studenti. Auto che oggi sono costrette a fermarsi in mezzo alla strada, in mancanza di spazi adeguati, causando il rallentamento e talora il blocco del traffico. Inoltre, secondo il comitato è necessario ampliare il parcheggio a servizio della stessa scuola, che oggi risulta insufficiente a contenere anche solo le auto degli insegnanti e perfino a consentire le manovre degli scuolabus.
Altro punto nevralgico per il traffico continua ad essere il tratto di via Mascagni in prossimità dell’ufficio postale e l’ultimo tratto di via Don Minzoni, dove l’auspicabile presenza di vigili potrebbe ovviare a parcheggi sconsiderati che rendono spesso problematica la normale circolazione. Infine, in virtù dei recenti lavori, al fine di consentire di raggiungere la stazione in modo più diretto, “Laboratorio Scalo” suggerisce di riconsiderare l’attuale senso di marcia di via Claudio Monteverdi, valutando l’opportunità di invertirlo a cominciare da via Valle Fioretta (via Marittima).
Il Comitato, che si riunisce quasi settimanalmente, prevede d’incontrare gli esponenti dell’amministrazione comunale competenti per settori per confrontarsi sui diversi problemi del quartiere, invitando sin d’ora il sindaco Ottaviani ad un incontro pubblico e sollecitando chiunque abbia volontà di collaborare, nell’interesse del quartiere e della città tutta, ad intervenire.

via-puccini1via-puccini2

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni