Atuttapagina.it

Grandissima partecipazione al workshop sulle pensioni organizzato dalla Cisl di Frosinone

Grandissima partecipazione al Workshop organizzato dalla Cisl di Frosinone, ieri presso la Cassa Edile, per un qualificato approfondimento sull’Accordo Governo-Sindacati in tema pensionistico.
Il Segretario Generale della Cisl di Frosinone Enrico Coppotelli ha introdotto i lavori evidenziando, preliminarmente, tutte le fasi fondamentali che hanno preceduto, nel corso degli ultimi anni, il raggiungimento dell’Accordo sulle Pensioni, per poi fornire un’esaustiva sintesi quale scia per entrare nel merito delle questioni affrontate.
La complessa materia previdenziale, con le importanti novità scaturite dall’Intesa dello scorso 28 settembre, è stata esaminata con dovizia dei dettagli e cavilli più ostici da Angelo Marinelli, tecnico esperto del Dipartimento di Democrazia Economica, Economia Sociale, Fisco e Previdenza della Cisl Nazionale.
Di fronte a una platea di oltre 250 intervenuti la Cisl Provinciale ha organizzato un’iniziativa, a cui faranno seguito numerose assemblee nei luoghi di lavoro; inoltre è stata avviata, già da tempo, una campagna informativa attraverso i social  media, che dimostra un’attenzione da parte della Cisl che non si esaurisce in aridi slogan.
Gli argomenti sono stati illustrati, attraverso l’ausilio di slide e di materiale informativo cartaceo, dal punto di vista sia tecnico che sindacale da Marinelli, che ha evidenziato alcuni aspetti cardine dell’intero Accordo quali il cumulo gratuito dei contributi versati in gestione diverse, l’accesso alla pensione anticipata senza più penalizzazioni, la pensione per i lavoratori precoci e i nuovi requisiti per i lavori usuranti, l’Ape, prestito pensionistico per l’uscita anticipata dal lavoro, presentata, nelle sue molteplici forme, come strumento a carattere sperimentale, che consentirà, a partire da maggio 2017, di accedere liberamente e volontariamente ad un prestito pensionistico per il finanziamento di un reddito ponte, esente da imposte, erogabile – per coloro con età pari o superiore ai 63 anni e che matureranno i requisiti di pensionamento entro 3 anni e 7 mesi – fino al momento della maturazione dei requisiti per il pensionamento di vecchiaia. L’estensione della “No Tax Area” per i pensionati e della “somma aggiuntiva” (quattordicesima) più pesante per i pensionati con redditi bassi, come pure della perequazione dei trattamenti pensionistici e, quindi, un sostanziale ritorno alla Legge 388/2000.
«L’Accordo – ha tenuto a precisare il Segretario Generale Coppotelli – rappresenta innanzitutto una vera e propria inversione di tendenza rispetto ai rapporti tenuti dai precedenti Governi con le Parti Sociali».
Dalla presentazione degli argomenti previdenziali è scaturito un ampio e costruttivo dibattito, articolato in un incalzante quanto fruttuoso question time, in cui i presenti hanno potuto avere risposte dirette ed immediate alle loro perplessità.
Le conclusioni sono state affidate al Segretario Generale della Cisl del Lazio Andrea Cuccello, che ha apprezzato il notevole interessamento che il territorio frusinate ha espresso nei confronti di un’azione sindacale attenta ai reali problemi della collettività e che contratta condizioni migliori per tutti.

cisl-enrico-coppotelli

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni