Atuttapagina.it

Il Frosinone è grande anche senza Dionisi, un altro motivo per sorridere e sognare

C’era tantissima attesa e, senza ipocrisia, anche più di qualche timore nel vedere all’opera il Frosinone senza il suo giocatore di maggior talento: Federico Dionisi. C’era la paura che, priva di Chico, il Leone potesse subire un crollo nel potenziale offensivo. I numeri e le giocate di Dionisi, del resto, parlano chiaro: anche in questa stagione l’attaccante si sta dimostrando uno dei giallazzurri più decisivi per i risultati della squadra.
Quella contro la Spal, dunque, rappresentava la classica cartina di tornasole per verificare la forza del Frosinone senza il suo numero 18. E le cose, adesso lo si può dire, sono andate nel modo migliore. L’attacco giallazzurro ha risposto molto bene, anche se l’impressione è che per caratteristiche fisiche e per il modo di stare in campo Daniel Ciofani e Cocco non sembrano formare la migliore coppia offensiva. Tra l’altro all’ex capocannoniere del Vicenza bisogna concedere l’attenuante di una condizione atletica ancora non perfetta: un giocatore con il suo fisico avrebbe bisogno di una certa continuità per entrare stabilmente in forma e, al momento, Marino non può garantirgliela. Comunque l’impegno di Andrea è un ottimo segnale: l’attaccante sembra stare sul pezzo e alla chiamata del suo allenatore ha risposto con una prova di sacrificio e determinazione. Per uno che appena due stagioni fa ha messo a segno 20 gol arriverà anche il momento della rete personale. Per adesso l’aspetto più incoraggiante per la squadra è che, anche quando viene a mancare un fuoriclasse, il Leone non fallisce l’appuntamento con la vittoria. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni