Atuttapagina.it

Incubo finito per una 33enne di Cassino, arrestato l’ex marito persecutore

Si è concluso ieri con l’arresto dell’ex marito l’incubo nel quale si era ritrovata una trentatreenne di Cassino dopo essersi separata dall’uomo.
Tutto era iniziato nel mese di giugno scorso, quando la donna, di origini romene, aveva deciso di trasferirsi da quella che credeva essere una sua amica, rivelatasi invece complice dell’ex consorte.
Nel corso della convivenza con la sua connazionale erano nati i primi dissapori dovuti alle gratuite umiliazioni a cui la sottoponeva, tanto da indurla ad andare via di casa.
Alla richiesta della restituzione di diversi effetti personali  di sua proprietà, lasciati al momento del trasloco, l’amica si è opposta e per giunta le ha chiesto una somma di 1.000 euro se avesse voluto riaverli indietro.
Da quel momento sono iniziati per la trentatreenne i pedinamenti, gli appostamenti e gli inseguimenti dell’ex coinquilina, sempre in coppia con l’ex marito, le minacce di morte e i continui insulti alla sua persona.
La complice dell’ex consorte è arrivata anche ad inviare numerosi messaggi dal contenuto diffamante ad una datrice di lavoro della donna, col chiaro intento di screditarla e farle perdere il lavoro: l’ha accusata, infatti, di essere una ladra di denaro e gioielli.
La vittima, che ormai temeva seriamente per la propria vita, ha deciso di chiedere aiuto alla Polizia denunciando tutte le vessazioni subite presso il Commissariato di Cassino.
E’ partita immediatamente l’attività investigativa dei poliziotti cassinati, che ha portato alla denuncia della coppia “diabolica” per minacce, stalking ed estorsione.
Per l’uomo, in virtù dei numerosi precedenti penali e dell’essere già sottoposto alla misura alternativa dell’affidamento in prova ai servizi sociali, gli investigatori hanno chiesto all’Autorità Giudiziaria anche l’aggravamento della misura.
Ieri la svolta a seguito dell’accoglimento dell’istanza presentata dal Commissariato di Cassino: il cinquantasettenne cassinate, titolare di un esercizio commerciale, è stato arrestato ed associato presso la Casa Circondariale della città.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni