Atuttapagina.it

Ottaviani e le primarie/non primarie del 13 novembre, all’attuale sindaco piace vincere facile

Chi non ricorda i celebri spot televisivi del “Gratta e vinci” nei quali si verificavano improbabili situazioni dall’esito scontato? Ogni sketch si concludeva con la domanda retorica “Ti piace vincere facile?”. Per le cosiddette “Primarie per la città” può essere posta la stessa domanda a colui che le ha volute: Nicola Ottaviani.
Allora, i fatti sono questi. Il prossimo 13 novembre ci saranno le consultazioni primarie per la scelta del candidato a sindaco di Frosinone. E qui arriva l’incongruenza: sono primarie del centrodestra, del centrosinistra, di un movimento o di una lista civica? No, niente di tutto questo oppure tutto questo insieme. Perché nel regolamento non è precisata l’area politica dalla quale devono provenire coloro che si metteranno in gioco con queste primarie. Di certo c’è che in campo sono scesi Ottaviani e altri tre cittadini. Ma, per assurdo, a queste consultazioni avrebbe potuto candidarsi anche un esponente del Partito Democratico o del Movimento 5 Stelle, tanto per fare i nomi dei due partiti/movimenti più importanti su scala nazionale. Nessuna limitazione è presente nel regolamento delle “Primarie per la città”, il cui articolo 3 recita semplicemente: «Sono titolari dell’elettorato passivo, e dunque potranno essere candidati a Sindaco, tutti i cittadini residenti a Frosinone, iscritti nelle liste elettorali, ovvero che abbiano compiuto, entro la mezzanotte del 12 Novembre 2016, i diciotto anni di età». Nel loro significato originario, invece, le primarie sono una competizione attraverso la quale gli iscritti o i militanti di un partito politico indicano mediante l’espressione di una preferenza chi sarà il candidato del partito (o dello schieramento politico del quale il partito medesimo fa parte) per una successiva elezione di una carica pubblica.
E allora la domanda è questa: la sera del 13 novembre chi risulterà vincitore – e abbiamo il vago sospetto che l’attuale sindaco trionferà con percentuali bulgare – sarà il candidato a sindaco di quale coalizione? Non è dato saperlo. Ciò che, invece, sembra chiaro è che anziché “Primarie per la città” queste si sarebbero dovute chiamare “Primarie per dare maggiore forza a Ottaviani”. (Gabriele Margani)

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni