Atuttapagina.it

Studenti, istituzioni, associazioni e cittadini di tutta la Ciociaria impegnati nel racconto della Grande Guerra

La narrazione della Grande Guerra al centro delle attività del Sistema Bibliotecario e Documentario della Valle del Sacco. Il progetto, patrocinato dalla Struttura di Missione per il Centenario della Prima Guerra Mondiale e dal Ministero della Difesa, fortemente voluto dal Sistema Bibliotecario e Documentario della Valle del Sacco e finanziato dalla Regione Lazio, ha coinvolto giovani, istituti scolastici, istituzioni, associazioni e cittadini di numerosi comuni della provincia di Frosinone.
Ricco il calendario delle attività che dovranno concludersi entro il 31 dicembre: dal convegno scientifico alla mostra documentaria itinerante che potrà essere vista ad Anagni, Veroli e Ceprano, oltre che a Ceccano (dove sarà inaugurata), dalla ricerca negli archivi, che ha coinvolto tutti i comuni aderenti al Sistema, alla proiezione di film storici – già avviata durante l’estate – fino ad una mostra realizzata dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone.
Il convegno scientifico sul tema “La Grande Guerra”, realizzato dall’Associazione culturale “Progetto Arkès” e finanziato dalla Regione Lazio, si terrà a Ceccano venerdì 4 novembre a partire dalle 9, presso il cinema teatro Antares. La copertina dell’evento sarà curata da Anna Mingarelli, che leggerà documenti dal fronte. A seguire un parterre de rois di relatori: Silvana Casmirri, docente ordinario di Storia contemporanea all’Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale, che analizzerà il tema “La Grande Guerra tra catastrofe e modernità”; Fiorenza Taricone, professoressa associata di Storia delle dottrine politiche all’Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale, che affronterà “Le donne nella Grande Guerra: dire, fare, subire”; alcuni “effetti” locali della Prima Guerra Mondiale saranno approfonditi da Gioacchino Giammaria, presidente dell’Istituto di Storia e Arte del Lazio Meridionale, e Luigi Gulia, presidente del Centro di Studi Sorani “Vincenzo Patriarca”. All’incontro interverrà anche Claudio Cristallini, dirigente dell’Area “Servizi culturali, promozione della lettura e osservatorio della cultura” della Regione Lazio, che illustrerà l’importanza di questo progetto realizzato grazie al sostegno della Regione.
I lavori, aperti da Danilo Collepardi, presidente del Sistema Documentario e Bibliotecario della Valle del Sacco, vedranno i saluti di Roberto Caligiore, sindaco di Ceccano, e di Pierino Malandrucco, dirigente vicario dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Frosinone; proseguiranno poi con l’intervento di Rita Padovano, presidente dell’Associazione culturale “Progetto Arkès”, affidataria dell’iniziativa.
Obiettivo del progetto è quello di approfondire la conoscenza di questo evento storico che ha pesantemente condizionato tutto il Novecento e fortemente inciso sulla storia del nostro Paese, andando ad analizzare il contributo che ad esso ha dato questo territorio. Inoltre, il pregio di questa iniziativa è quello di aver contribuito, in vario modo, insieme a tanti giovani, a mantenere viva la memoria di un avvenimento segnato da un gran numero di vittime umane. Per questo si ringraziano Concetta Senese e Alessandra Nardoni, dirigenti scolastiche dei rispettivi istituti.
All’interno del cinema l’Archivio di Stato di Frosinone allestirà, per l’occasione, la mostra dal titolo “1915-1918. Testimonianze di Vita in tempo di Guerra”, realizzata in occasione del Centenario della Prima Guerra Mondiale, della cui disponibilità si ringrazia la dottoressa Viviana Fontana, direttrice dell’Archivio di Stato di Frosinone.
Seguirà un programma pomeridiano di proiezioni all’interno del cinema Antares di Ceccano in collaborazione con il cinema teatro Arci Frosinone. Alle 16, dopo un’introduzione di Amedeo Di Sora, verrà proiettato il film “All’Ovest niente di nuovo” di Lewis Milestone. Seguirà alle 18:30, dopo la presentazione di Gerry Guida, la proiezione del film “Orizzonti di gloria” di Stanley Kubrick e alle 20:30, dopo l’introduzione di Alfredo Salamone, ci sarà il film “Uomini contro” di Francesco Rosi. L’ingresso è gratuito.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni