Atuttapagina.it

Avanza positivamente il processo costituente del Contratto di Fiume per il Sacco

Continua l’impegno delle associazioni per il processo costituente del Contratto di Fiume, riconosciuto come valido strumento di programmazione territoriale per la riqualificazione e lo sviluppo della Valle del Sacco.
«Con una nostra comunicazione dello scorso giugno cinque sindaci del territorio (Anagni, Ceprano, Colleferro, Paliano e Patrica) sono stati invitati a farsi parte attiva per affiancare le associazioni nel processo costituente – lo scrive in un comunicato il Coordinamento Associazioni Valle del Sacco, composto da: Comitato Residenti Colleferro, Laboratorio Comune Alta Valle del Sacco, Legambiente Lazio, Pulliano e Retuvasa -. Agli amministratori, allo scopo di favorire una doverosa ed opportuna valutazione, sono stati consegnati i seguenti documenti relativi alle attività effettuate:
1) Definizione e requisiti qualitativi dei Contratti di Fiume;
2) Cronistoria delle attività;
3) Manifesto di intenti “Verso il Contratto di Fiume per il Sacco”;
4) Elenco provvisorio dei soggetti potenzialmente interessati;
5) Elenco progetti mini centrali elettriche sul Sacco (in continuo aggiornamento)».
Il 10 ottobre scorso ad Acuto si è svolta la periodica riunione del “Tavolo dei sindaci”, che ha visto la partecipazione, oltre ai sindaci aderenti al Coordinamento, anche della Regione Lazio nelle persone dell’assessore all’Ambiente Mauro Buschini e di Eugenio Monaco, funzionario responsabile del settore “Bonifiche Siti Inquinati, Dismissione Nucleare e Contratti di Fiume”.
In questa occasione il sindaco di Anagni Fausto Bassetta ha informato i partecipanti della delibera del 6 ottobre con la quale l’amministrazione di Anagni ha approvato la partecipazione del Comune al processo costituente del Contratto di Fiume. Un mese dopo, il 7 novembre, anche l’amministrazione comunale di Ceprano ha deliberato la sua adesione.
«Lo stimolo continuo delle associazioni sta determinando, anche se lentamente, un cambio di rotta e auspichiamo che gli altri Consigli comunali si pronuncino favorevolmente», aggiunge il Coordinamento Associazioni Valle del Sacco.
Nel merito le associazioni proseguono il loro percorso e intendono condividere nei prossimi giorni con gli altri soggetti attivi sul tema tutte le fasi di consultazione e informazione con l’obiettivo di giungere nei primi giorni del 2017 alla convocazione dell’Assemblea Costitutiva del Contratto di Fiume per il Sacco.

Potrebbero interessarti

Commenti

Questo sito utilizza i cookies; utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire l'utilizzo dei cookies.
Ulteriori Informazioni